La Caritas avvia le accoglienze del progetto APRI nel territorio diocesano

1' di lettura Fano 30/09/2020 - Al 22 settembre la Caritas diocesana ha ufficialmente completato l’avvio delle tre accoglienze previste dal progetto APRI, promosso da Caritas Italiana, volto a realizzare percorsi di accoglienza e inserimento sociale di persone e famiglie straniere presso famiglie italiane e comunità locali.

In totale sono 10 le persone al momento inserite nel percorso di accoglienza, il cui nome sintetizza anche gli obiettivi da raggiungere. APRI è infatti l’acronimo di 4 verbi utilizzati proprio da Papa Francesco per indicare alle diocesi la strada da percorrere in materia di accoglienza: Accogliere, Proteggere, Promuovere e Integrare. Aiutare le persone straniere, richiedenti asilo e non, a stabilizzarsi e creare una rete di supporto che possa star loro accanto nelle situazioni difficili è oggi un passo fondamentale per la costruzione di una società più inclusiva e solida.

Due famiglie sono al momento accolte in due distinte comunità parrocchiali che se ne prendono cura accompagnandole nel percorso di integrazione, con la supervisione di Caritas diocesana, mentre un giovane ventenne è invece parte di un’esperienza innovativa: l’accoglienza si svolge all’interno di una struttura diocesana gestita dalla Caritas, dove abitualmente si svolge l’esperienza della vita comunitaria dei giovani in servizio civile. Per sei mesi il giovane gambiano e il giovane italiano in servizio civile condivideranno insieme alloggio ed esperienze di vita, con l’affiancamento e il supporto della rete Caritas, formata in particolare da un volontario storico del centro d’ascolto, quale tutor del ragazzo accolto, e dalle responsabili del servizio civile, per costruire insieme un cammino che unisca mondi e orizzonti di vita.

Per saperne di più: 0721 828830 info@caritasfano.net caritasfano.it








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-09-2020 alle 12:23 sul giornale del 01 ottobre 2020 - 245 letture

In questo articolo si parla di chiesa, attualità, Diocesi di Fano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bxln





logoEV