Non solo PD: imbrattati anche i manifesti elettorali di Marta Ruggeri [FOTO]

1' di lettura Fano 16/09/2020 - Stessa scritta, stesso messaggio, stessa location. Anche la candidata fanese al consiglio regionale del Movimento 5 Stelle Marta Ruggeri si è ritrovata con almeno un manifesto elettorale imbrattato. Sulla sua fronte – fatta con il solito pennarello nero – la scritta “X Legio QAnon”.

“Gli insulti sessisti sono peggio – ha esordito la candidata riferendosi all’episodio di alcuni giorni fa -, ma anche gli slogan parafascisti non scherzano... Andiamo avanti!”. Non è chiaro se l’atto vandalico sia stato compiuto nella notte tra martedì o mercoledì oppure durante quella precedente, quando ignoti avevano preso di mira i manifesti dei candidati del Partito Democratico Renato Claudio Minardi ed Emanuela Orciari (dettagli e foto).

Stessa scritta, stesso messaggio e stessa location, appunto, in quanto la segnalazione della Ruggeri si riferisce a uno dei suoi manifesti affissi in via Campania. Proprio lì dove si trova almeno uno dei manifesti del PD che hanno subito lo stesso trattamento.

E pare che non sia finita qui. Stando ad alcune indiscrezioni, sembra infatti che anche almeno uno dei manifesti di Gian Mario Mercorelli – candidato governatore delle Marche per i pentastellati – sia stato vandalizzato attraverso le stesse inquietanti scritte.


Resta aggiornato in tempo reale con il nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp aggiungere il numero 350 564 1864 alla propria rubrica e inviare un messaggio - anche vuoto - allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un articolo pubblicato il 16-09-2020 alle 22:06 sul giornale del 17 settembre 2020 - 730 letture

In questo articolo si parla di vandalismo, politica, elezioni regionali, Movimento 5 Stelle, marta ruggeri, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bwha





logoEV