Gran finale per Fano Jazz 2020

3' di lettura Fano 30/07/2020 - Venerdì 31 luglio, la XXVIII edizione di Fano Jazz By The Sea porta a termine il proprio viaggio tra i mille suoni del jazz, principalmente italiano, a causa dell’emergenza Covid 19 che ha impedito le tournée europee di artisti statunitensi.

Il cartellone allestito da Fano Jazz Network e dal Direttore Artistico Adriano Pedini - comunque di tutto rispetto e ben accolto dal pubblico con due sold out - ha come conclusione una giornata contrassegnata dal concerto alla Rocca Malatestiana (ore 21.15; biglietto 15 Euro, ridotto 13 Euro) del sassofonista argentino Javier Girotto con il suo trio Tango Nuevo Revisited, completato da Gianni Iorio al bandoneon da Alessandro Gwis al pianoforte e alle tastiere, e dalla presenza per le strade del centro storico del Cricket PE30, innovativo veicolo ecologico per la diffusione della musica, per la prima volta in azione in Italia. Sul Cricket, che partirà dal Pincio alle ore 19.30, saliranno due musicisti pionieri del Piano Beat, Emilio Marinelli al pianoforte e lo specialista della beat box John Michael Mawushie a.k.a JBeat, per una performance tra jazz e Hip Hop. La performance si ripeterà anche nella giornata del 1° agosto, dalle ore 21.30, in concomitanza con La Notte dei Saldi organizzata dal Comune di Fano Il finale sullo Young Stage della Chiesa di San Francesco (ore 19.30; ingresso libero su prenotazione) sarà affidato al quintetto del trombettista marchigiano Giacomo Uncini, mentre per Cosmic Journey ultima performance al Pincio (dalle 22.30) con il live set di Aura Safari.

Leader degli Aires Tango, il cui bassista Marco Siniscalco è stato vittima nei giorni scorsi di un serio incidente impedendone la prevista partecipazione al Festival, Javier Girotto non ha voluto rinunciare al suo concerto di Fano Jazz By The Sea e si propone alla guida di un’altra formazione che ben rappresenta il suo temperamento musicale. Il trio con cui suonerà alla Rocca Malatestiana prende il nome da un album registrato nel 2018 per la prestigiosa etichetta tedesca ACT: nell’album, Girotto, Gianni Iorio e Alessandro Gwis si sono idealmente rifatti alla celebre collaborazione fra il massimo innovatore del tango, Astor Piazzolla, e uno dei più raffinati jazzisti di tutti i tempi, il baritonista Gerry Mulligan. Da quell’incontro, che gettò i semi dell’incontro fra nuevo tango e jazz, nacque nel 1974 Summit (poi uscito anche con i titoli di Tango Nuevo e Reunion Cumbre), disco divenuto in breve un’icona, anche appunto per lo stesso Girotto. Nato a Cordoba il 17 aprile del 1965, Javier Girotto, dopo gli inizi di carriera in Argentina, ha frequentato il Berklee College of Music di Boston, che gli ha spalancato le porte del mondo del jazz. Trasferitosi poi in Italia, il sassofonista non ha mai reciso i legami con la propria cultura di origine, perseguendo l’idea di fusione fra tango e jazz sia alla testa degli Aires Tango che con altre formazioni e collaborando con altri artisti, fra i quali Fabrizio Bosso, Enrico Rava e il cantante Peppe Servillo.

Giacomo Uncini presenta nella suggestiva cornice di San Francesco Time Heals Everything, il suo nuovo progetto discografico, secondo album da leader del trombettista dopo Indian Summer. Il gruppo che lo ha realizzato vede la presenza di una tra le sezioni ritmiche più affiatate del panorama jazzistico italiano, con Pietro Lussu al pianoforte, Luca Fattorini al contrabbasso e Marco Valeri alla batteria. La front-line è formata dallo stesso Uncini alla tromba e dal chitarrista Andrea Molinari. Time Heals Everything è un album di composizioni originali scritte per veicolare le capacità solistiche e di interplay dei componenti del quintetto assottigliando sempre di più i confini tra modernità e tradizione.

Informazioni: Fano Jazz Network Cell./Whatsapp 3886464241 – Tel. 0721 1706616 Email: info@fanojazznetwork.org www.fanojazzbythesea.com








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-07-2020 alle 11:28 sul giornale del 31 luglio 2020 - 290 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, Fano Jazz Network, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/br3P