Fano-Grosseto: Baldelli, "Da governo e Morani la solita fuffa"

fano grosseto 1' di lettura Fano 08/07/2020 - In questo tipo di politica esistono poche certezze. Una però nel pesarese ce l’abbiamo: che, durante ogni campagna elettorale, il Pd escogita il sistema di far credere ai cittadini che la Fano-Grosseto si completerà grazie al suo provvidenziale intervento.

E per quanto il sistema escogitato possa sembrare serio e concreto, una volta superate le elezioni, il provvidenziale intervento si dimostra sempre per quello che è: solo fuffa. Ormai è una scena vista e rivista. Cosa è stato realizzato da quando Matteo Ricci nel 2010, quale presidente della Provincia, occupò la galleria della Guinza? Niente. Cosa è stato realizzato da quando Ceriscioli nel 2015, quale candidato alla presidenza delle Marche, prometteva il completamento del traforo della Guinza. Niente.

Intanto, nel sud delle Marche, è stata completata la Quadrilatero che ci ha ancor più tagliato le gambe, relegandoci a fanalino di coda dell’economia marchigiana e danneggiando la provincia di Pesaro nei flussi turistici provenienti dall’Umbria. E dire che in questi 5 anni abbiamo avuto un presidente della Regione pesarese, che avrebbe dovuto spingere come nessun altro per il completamento di questa eterna incompiuta tanto indispensabile alla sua terra di origine.

Quali i risultati di 5 anni del governatorato a targa Pd? Solo l’ulteriore promessa nel 2017, dell’allora ministro Delrio, di riaprire parzialmente la Guinza nel giro di pochi mesi. Noi ancora aspettiamo. Ormai abbiamo capito il giochetto del Pd. E sono certo che lo abbiano capito anche i cittadini.


da Antonio Baldelli
Fratelli d'Italia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-07-2020 alle 10:12 sul giornale del 09 luglio 2020 - 337 letture

In questo articolo si parla di politica, Antonio Baldelli, pesaro urbino, fratelli d'italia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bp5l





logoEV
logoEV