Legambiente Fano torna sulla questione riemersa del Digestore Anaerobico

2' di lettura Fano 31/05/2020 - Come Legambiente Fano avevamo organizzato un incontro pubblico sul Digestore Anaerobico lo scorso 24 gennaio alla Sala della Fondazione Carifano, con la presenza del Presidente Nazionale di Legambiente, Stefano Ciafani, spiegando molto chiaramente la posizione della nostra Associazione su questo tema: noi siamo favorevoli alla realizzazione di questo impianto e abbiamo portato i contributi tecnici che ne spiegassero le opportunità.

Per il nostro territorio è fondamentale realizzare impianti di riciclo, portando sempre avanti un motto: “RIFIUTI ZERO, IMPIANTI MILLE”. Questo impianto, oltre a riciclare i rifiuti organici, produce compost e metano, e avrebbe delle ottime potenzialità a livello locale da un punto di vista sia ambientale che lavorativo. Abbiamo incoraggiato l'Amministrazione locale a portare avanti questo progetto, senza ottenere una risposta dalla stessa. Abbiamo visto una sorta di stasi, non solo causata dalla situazione Covid-19, ma anche prima di questa, ove non si è mai espresso un messaggio in maniera chiara e decisa.

Ora noi sosteniamo, così come avevamo fatto un paio di mesi fa, che non ha importanza dove si faccia questo impianto, se nel nostro Comune o in altri, purché si faccia. Inoltre si deve costruire utilizzando le migliori tecnologie possibili presenti sul mercato ovunque esso venga costruito. Avevamo notato dei dubbi in merito ai sostenitori del “NO al Digestore”, che ha in seguito ripiegato sulla proposta di Digestore di tipo Aerobico. Ma essendo quello anaerobico che garantisce un isolamento delle esalazioni, crediamo che la formula dell'Anaerobico sia senza dubbio la scelta migliore e più opportuna che si possa inserire in qualsiasi zona industriale della Provincia. Ovviamente siamo coscienti del fatto che Fano possa perdere questa opportunità, eventualmente causata più da un'inerzia politica. Ma questo momento storico sarebbe stato il migliore per portare avanti quelle politiche del c.d. Green New Deal. Portando avanti l'esempio di uno sviluppo sostenibile e che guarda al futuro.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-05-2020 alle 08:57 sul giornale del 01 giugno 2020 - 309 letture

In questo articolo si parla di attualità, legambiente, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bmQZ





logoEV