Terapia intensiva temporanea a Civitanova, Ceriscioli risponde alle domande dei cittadini con un video

CERISCIOLI 2' di lettura Fano 31/03/2020 - Il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli con un video ha risposto alle domande che più frequentemente vengono poste dai cittadini in merito alla realizzazione della struttura ospedaliera temporanea da 100 posti letto di terapia intensiva, il cosiddetto “Progetto 100”, in collaborazione con l’ex Capo della Protezione Civile Guido Bertolaso attraverso le donazioni.

Si tratta in tutto di 17 quesiti con la relative risposte che possono essere ascoltate, anche separatamente, al link: http://www.regione.marche.it/RegioneUtile/Salute/Coronavirus#Donazioni-progetto100.

Di seguito le domande:
1) In base a quali dati si ritengono necessari 100 ulteriori posti letto di terapia intensiva nelle Marche?
2) Perché una struttura nuova e non un ospedale dismesso o una clinica privata? Oppure la rete ospedaliera marchigiana che ha ancora enormi potenzialità residue in termini di posti letto?
3) Perché serve una struttura tutta su un piano?
4) Perché sprecare risorse su una struttura provvisoria che servirà pochi mesi? Perché è urgente fare l’ospedale se i casi diminuiscono?
5) Perché a Civitanova e non altrove?
6) In base a quali dati si ritiene la situazione delle Marche assimilabile a quelle di Milano e Bergamo dove si stanno realizzando due interventi analoghi?
7) Com’è stata fatta la stima del personale necessario al funzionamento della struttura? Dove sarà reperito questo personale e con quali tempi?
8) In che tempi verrà completata la struttura?
9) Quali sono i tecnici della Regione co-responsabili del progetto?
10) Si è ipotizzato e valutato un investimento alternativo in unità mobili per la gestione domiciliare dei casi in fase iniziale?
11) Se state lavorando a questa struttura, sono ancora necessari gli ospedali da campo che state richiedendo alla protezione civile?
12) Non tutte le regioni colpite sono ricorse a questa soluzione. Perché le Marche sì?
13) Perché farsi aiutare da Bertolaso e non da un marchigiano o da Gino Strada?
14) Perché usare il conto corrente di una Onlus e non della Regione o della Protezione Civile? Perché i Cavalieri di Malta e non un’altra Onlus?
15) Che succede se i fondi non si trovano?
16) E se i fondi si trovano e il progetto non si realizza in tempi utili?
17) Perché la Regione Marche non gestisce direttamente il fondo generato eventualmente dalla generosità dei marchigiani?

Si ricorda che l’IBAN della Fondazione indicata da Bertolaso per la raccolta fondi a favore del Progetto 100 è: IT41D0200805038000105867301 swift: UNCRITM1Y82 cc: Fondazione corpo italiano di soccorso dell’ordine di Malta CAUSALE: EMERGENZA COVID-19 MARCHE






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-03-2020 alle 17:49 sul giornale del 01 aprile 2020 - 337 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, marche, civitanova, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/biMI





logoEV