Coronavirus: denunciate altre 31 persone ‘a spasso’

1' di lettura Fano 25/03/2020 - Ogni giorno un bollettino. Ogni giorno i numeri di chi si sporca la fedina penale perché non rispetta le restrizioni dovute all’emergenza coronavirus. Cifre che evidentemente non spaventano quanto dovrebbero, perché le denunce continuano comunque ad aumentare. Soltanto martedì - nella provincia di Pesaro e Urbino - sono infatti finite nei guai altre 31 persone per essersi allontanate da casa per ragioni non essenziali.

In giornata sono stati eseguiti in tutto 829 controlli. Le forze dell’ordine – come sempre con l’ausilio delle forze armate – continuano a setacciare le strade per accertarsi che coloro che si trovano in strada abbiano un motivo davvero valido per trovarsi lì. I trasgressori vengono puntualmente segnalati all’autorità giudiziaria ai sensi dell’articolo 650 del codice penale.

Misure senz’altro spiacevoli, ma quantomai importanti. Perché – per quanto il numero dei nuovi contagi in provincia stia timidamente scendendo di giorno in giorno (i dettagli) – il totale dei morti per coronavirus continua a dipingere uno scenario molto preoccupante. Soltanto martedì si sono infatti registrati ben 32 decessi. Nella stessa giornata sono state controllate anche 407 attività commerciali, ma non sono state riscontrate irregolarità. Lunedì, invece, era stata imposta la temporanea chiusura di ben due esercizi.

Resta aggiornato in tempo reale con il nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp aggiungere il numero 350 564 1864 alla propria rubrica e inviare un messaggio - anche vuoto - allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano





Questo è un articolo pubblicato il 25-03-2020 alle 16:53 sul giornale del 26 marzo 2020 - 4666 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, pesaro, provincia di pesaro urbino, denunce, articolo, Simone Celli, coronavirus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bio8





logoEV