San Costanzo: successo per lo spettacolo 'NO-te ALLA VIOLENZA' al Teatro della Concordia

3' di lettura 19/02/2020 - Un pomeriggio ricco di parole, musica ed emozioni quello di Domenica scorsa a San Costanzo per l’evento promosso dall’Associazione Vittime Riunite d’Italia, insieme a Pietro Spallacci della Light Designer e con il produttore e fonico dello studio “Wild Street” Alex Gregorini, che con il patrocinio dell’amministrazione comunale e con il sostegno della Pro Loco cittadina, hanno costruito un meraviglioso messaggio sociale e culturale con musica e parole.

Il pomeriggio è stato aperto con l’intervento del Presidente nazionale dell’AVRI Angelo Bertoglio, seguito dai saluti istituzionali del Sindaco di San Costanzo Filippo Sorcinelli, della Consigliere Comunale e provinciale, oltre che referente AVRI per Pesaro e Urbino Margherita Mencoboni e da Romina Pierantoni, Consigliera di Parità della provincia. Tutti interventi importanti e ricchi di ringraziamenti, ma anche di idee e progetti che guardano al futuro, costruendo un impegno concreto tra associazioni e istituzioni per informare soprattutto i giovani sul tema del sostegno e della tutela delle Vittime.

Dopo i saluti è stato il momento degli ospiti, tutte Donne che hanno portato a turno il loro pensiero e contributo in questa importante giornata e si sono succedute stile staffetta; Filomena Tiritiello Presidente del Consiglio Comunale di Mondolfo, Margherita Pedinelli Assessore del Comune di San Costanzo, Monica Brandiferri Consigliera di Parità della provincia di Teramo, Tiziana Stefanelli cantante e autrice della canzone “Io meno te” inno dell’AVRI, Manuela Marchetti Criminologa e Sociologa con un intervento tecnico, veramente arrivato a tutti i presenti e Anna Capponi, Vittima di molestie con un intervento molto toccante.

A dividere l’evento tra la parte parlata è quella cantata, la sfilata delle Miss del concorso “La Bella d’Italia” , grazie a Francesca Cecchini e alla Pinkeventi, che da anni, durante tutte le sfilate che si svolgono nelle numerose piazze, escono portando un importante messaggio contro la violenza e contro i femminicidi.

Sono uscite una alla volta, vestite da degli abiti neri sartoriali, realizzati appositamente per questo evento da Assunta Melaccio di San Costanzo e con ai piedi il “Sandalo Rosso” contro la violenza sulle Donne, ideato e creato dalla pesarese Nada Diotallevi della “Due Di Chicche” di Riccione per dare alle Donne la possibilità di urlare basta alla violenza anche in estate, sulle spiagge e nelle discoteche.

Il Presidente dell’Associazione Vittime Riunite d’Italia a quel punto a passato il testimone al duo Teo & Oscar per iniziare lanparte artistica e musicale con dei momenti veramente di alta professionalità che hanno donato al numero pubblico presente emozioni e divertimento e con un gran finale con tutti gli ospiti e artisti sul palco per un ringraziamento finale che rimarrà sicuramente nel cuore di molti dei presenti.

Il gran finale è stato nel foyer del teatro per un brindisi offerti dall’azienda agricola Bruscia, tra i protagonisti dell’evento le istituzioni presenti e il pubblico.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-02-2020 alle 10:10 sul giornale del 20 febbraio 2020 - 442 letture

In questo articolo si parla di teatro, san costanzo, spettacoli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgsu





logoEV