Castelleone: il Comune torna sulla questione dello stabilimento della Fileni

3' di lettura Fano 14/02/2020 - La “questione Fileni”, permetteteci di dirlo, è uno dei tanti casi in cui si è fatto prevalere, invece dell'oggettività dei numeri e della democratica libertà di opinione, la strumentalizzazione politica, interessi di parte, poca chiarezza e prese di posizione aprioristiche.

Al di là di come uno la pensi riguardo tale questione, a nostro avviso sono stati fatti molti errori: innanzitutto di valutazione, poi di gestione delle criticità, tanto da dire e fare tutto e il suo contrario. Più volte, nelle varie assemblee, è stata rimarcata l’incompetenza degli organi preposti al rilascio delle autorizzazioni; come Amministratori noi non possiamo assolutamente avallare simili affermazioni da cui prendiamo le dovute distanze. La scelta di non schierarci fin da subito (siamo stati addirittura accusati di omertà per questo) è stata erroneamente e opportunisticamente valutata come una posizione a favore del progetto, quando invece voleva essere il modo, secondo noi più consono, per valutare la questione con attenzione, cura e impegno, per poi prendere una posizione consapevole, che comunque, è bene ricordarlo, non ha alcun peso in quanto come Comune non siamo determinanti ai fini decisionali.

Per fare questo avevamo intenzione di indire un incontro pubblico (nel quale chiamare tutte le parti in questione) poi, per vari motivi, confluito in quello “organizzato” dall'amministrazione di San Lorenzo in Campo, dove purtroppo hanno prevalso, invece di un costruttivo confronto e di una chiara esposizione dei fatti, maleducazione e confusione totali, che di fatto non hanno contribuito per nulla a chiarire dubbi o sedare timori sul progetto. Durante questi mesi, l'amministrazione non è stata con le mani in mano, piuttosto, pur avendo da parte di tutti gli enti preposti alla tutela dell'ambiente e del territorio, pareri favorevoli al progetto, ha cercato di verificare e informarsi sulle potenziali criticità dell'opera. Tale attività si è protratta fin quando il comune di San Lorenzo in Campo ha deciso di porre fine alla questione con la non approvazione definitiva della variante al piano regolatore. É proprio su questo punto però che nella riunione del 7 febbraio 2020 a Castelleone di Suasa, il comitato Ambiente vivo Valcesano ha espresso tutta la sua preoccupazione, poiché ritiene che ciò non escluda l’eventualità di ricorsi al TAR da parte della ditta Fileni, in grado di poter riaprire la partita. Alla luce di questi sviluppi e in seguito al malumore sempre più crescente dei nostri concittadini riguardo al progetto, l’Amministrazione di Castelleone di Suasa ha deciso che, nel caso dovesse essere convocata una nuova conferenza di servizi esporrà le preoccupazioni dei castelleonesi ed esprimerà il suo NO.

Questa scelta se da un lato vuol dimostrare l'assoluta terzietà dell'operato dell'amministrazione, che si è sempre mossa nell'interesse unico della sua comunità e del territorio, dall'altro non vuole essere un no al progetto e tanto meno alla ditta Fileni, una eccellenza locale e un vanto per tutta la regione a livello europeo. Riteniamo infine che il tema avrebbe forse richiesto un approccio diverso da quello adottato, nel quale sarebbe stato auspicabile trovare una sintesi: da un lato la massima trasparenza sulla questione “tutela della salute” (le attività insalubri non sono vietate in assoluto ma consentite e giustamente regolamentate da norme stringenti e specifiche), dall'altro il giusto rilievo da attribuire ad una decisione imprenditoriale come quella che aveva assunto la ditta Fileni nel venire ad investire nel nostro territorio , soprattutto in un momento di crisi lavorativa come quello che stiamo vivendo. Un connubio questo, tra interessi economici e salvaguardia della salute e dell'ambiente, non affatto impossibile da realizzare, visti anche i molti esempi a noi vicini, in cui l'azienda ha le sue sedi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-02-2020 alle 10:10 sul giornale del 15 febbraio 2020 - 1175 letture

In questo articolo si parla di castelleone di suasa, attualità, comune di castelleone di suasa, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bghD





logoEV