Caos Tari, le associazioni di categoria: "Servono chiarimenti, le aziende non vanno abbandonate"

tari| 2' di lettura Fano 11/02/2020 - “In questo momento non servono sterili polemiche e contrapposizioni, ma quanto piuttosto riuscire ad intervenire per dare una risposta a quelle aziende che si sono viste recapitare avvisi di accertamento anche di svariate decine di migliaia di euro.

Bisogna innanzitutto capire le motivazioni e i presupposti dei verbali elevati e non lasciare gli operatori in balia di loro stessi e di una burocrazia troppo rigida”. E’ questa la risposta delle Associazioni di categoria CONFCOMMERCIO,CNA, FEDERALBERGHI, all’ennesima presa di posizione da parte dell’Assessore Cucchiarini che riafferma il concetto del rispetto delle regole (qui la nota integrale della giunta, ndr). “Un concetto che, se da una parte è assolutamente condivisibile come anche abbiamo già ribadito, dall’altra non vuol dire fare di ogni erba un fascio facendo passare per evasore o elusore chi abbia fatto errori in buona fede o magari abbia subito un errore dalla stessa Amministrazione.

Ribadiamo la massima collaborazione come Associazioni ma una collaborazione che porti ad una analisi preventiva di eventuali decisioni da prendere e che potrebbero comportare serie problematiche alle gestione di una azienda. Non basta aver accennato in sede di discussione di bilancio, al quale come CONFCOMMERCIO e CNA eravamo presenti, la questione TARI senza specificare le scelte decise. Ci auguriamo a questo punto un confronto tra Amministrazione, Ente Gestore e Associazioni per un opportuno chiarimento”.

da CONFCOMMERCIO Fano
CNA Fano
FEDERALBERGHI Fano






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-02-2020 alle 14:58 sul giornale del 12 febbraio 2020 - 503 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, tasse, TARI, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bf0L





logoEV