Carnevale di Fano, un lettore: "Polemiche sterili, attenzione su Povia strumentale"

1' di lettura Fano 27/01/2020 - Mi chiamo Marco G. sono di Fano e sono gay. Da quando è uscito il nome di Povia al Carnevale 2020 ho ascoltato le varie polemiche e diatribe uscite sui giornali e fino ad ora ho taciuto trovando tali polemiche fini a se stesse e d'altronde noi fanesi sappiamo bene come al Carnevale una polemica all’anno ci “deve” essere, se no non è Carnevale.

Lunedì leggo l’ultimo articolo delle associazioni LGBT e quindi mi sento di intervenire.

Trovo tutta questa attenzione su Povia veramente strumentale, io quando uscì la canzone ”Luca era gay” nel 2009 non mi sentii affatto offeso, ritengo sia una storia possibile, per svariate ragioni e non perché l’omosessualità sia una malattia ma perché le esperienze di vita e le sensibilità di ognuno possono portare a fare esperienze di vario tipo per poi magari rendersi conto di altro, che male c’è?

Il problema è che è stato raccontato in una canzone? E quindi? Rimettiamo la censura?

L’animo umano è variegato e va rispettato a 360 gradi e non solo se ci fa comodo.

Se Luca fosse stato etero e poi fosse diventato gay ci sarebbe stata la stessa polemica?

W il Carnevale che sconquassa tutto!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-01-2020 alle 15:15 sul giornale del 28 gennaio 2020 - 1442 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, Un lettore, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfyZ





logoEV