Inaugurata la nuova ciclabile di Sant’Orso [FOTO e VIDEO]. La giunta: “Collegheremo tutta la città”

2' di lettura Fano 12/01/2020 - Cinquecento metri di pista ciclopedonale in più. È il “regalo” post-natalizio fatto dall’amministrazione comunale a tutti i fanesi. Ai residenti di Sant’Orso, soprattutto: si tratta, infatti, del nuovo tratto di via Soncino. Un’opera costata 130mila euro, per una lunghezza complessiva di 1,5 chilometri se si considera pure la ciclabile di via Sant’Eusebio.

Quello che era soltanto un marciapiede è stato dunque riqualificato. Ma anche allargato, restringendo – di fatto – l’ampiezza della carreggiata di ben tre metri. Meno spazio per le auto, quindi, e più “aria” per bici e pedoni. Una scelta consapevole, a detta dell’amministrazione, che ha lo scopo di incentivare l’”uso delle gambe” a favore di una mobilità dolce e sostenibile, ma che ha anche l’ambizioso obiettivo di far rallentare le auto in nome della sicurezza. Qui, però, molto dipenderà dal buonsenso di chi sta al volante.

Un’iniziativa di ampio respiro, questa, nata nel 2017 e che vede il quartiere Sant’Orso in prima linea. A ricordarlo è stato il sindaco di Fano Massimo Seri, durante il taglio del nastro di venerdì mattina. “Si tratta di un progetto partecipato che ha coinvolto i residenti – ha detto -, quindi non di interventi spot. Così il quartiere può dirsi più sicuro, anche grazie a soluzioni che fanno da deterrente contro la velocità delle auto, e che rendono il centro raggiungibile in una manciata di minuti anche senza le quattro ruote”.

Per dirla con le parole dell’assessora alla qualità urbana Fabiola Tonelli, “ora i ‘santorsiani’ non hanno più scuse per prendere necessariamente l’auto”. Un bel percorso quello della giovane amministratrice, come ricordato anche dallo stesso Seri. “Sei anni fa – ha raccontato - questa ragazza era appena tornata dall’Australia. Io mi ero appena candidato per il primo mandato. Un giorno mi ha fermato e mi ha consegnato un piano delle ciclabili per la città. E ora eccola qui, a gestire tutto questo nelle vesti di assessore”. La Tonelli ha infine ribadito come vi sia una progettualità vera e proprio dietro quelli che non possono essere visti soltanto come 500 metri in più di pista ciclopedonale. “Via Bellandra, Via Soncino e in generale Sant’Orso – ha spiegato – rientrano in un progetto più ampio chiamato ‘Biciplan’”. L’intento è quello di creare un grande percorso che possa unire tutta la città, da Bellocchi fino al mare. Una lunga ciclabile che andrà anche oltre i sei chilometri complessivi.


Seguono le foto e video della nuova ciclopedonale e della sua inaugurazione.








Questo è un articolo pubblicato il 12-01-2020 alle 22:42 sul giornale del 13 gennaio 2020 - 449 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, comune di fano, mobilità, piste ciclabili, mobilità sostenibile, massimo seri, articolo, percorsi ciclopedonali, Simone Celli, fabiola tonelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/beWS





logoEV