Mobilità sostenibile: ritoccate le tariffe della sosta per il 2020, asfaltatura per il Foro Boario

3' di lettura Fano 12/12/2019 - Incentivare l’utilizzo di mezzi di trasporto alternativi (biciclette, monopattini, trasporti pubblici) per migliorare la qualità della vita e ridurre l’inquinamento, proseguendo quel percorso di sviluppo di mobilità sostenibile già avviato e che sta portando Fano ai livelli delle grandi in città in tema di utilizzo delle biciclette e piste ciclabili.

E’ questo uno degli obiettivi che sta perseguendo l’amministrazione comunale per arrivare a quel processo di trasformazione che impone l’agenda 2030 dell’Onu e per farlo sono stati deliberati ieri in giunta degli accorgimenti in materia di sosta per favorire la turnazione. Così come avvenuto di recente in città a noi vicine (Pesaro, Senigallia, Civitanova Marche, San Benedetto), la tariffa oraria nei pressi del centro storico e nelle zone di pregio, subirà un adeguamento compreso tra gli 0,05 e 0,20 centesimi orari a seconda della zona (il centro sarà suddiviso in 4 zone: A, B, C, D). In centro storico non aumenteranno gli stalli blu (ad eccezione dello sferisterio), e in diverse zone aumenteranno quelli riservati ai diversamente abili che saranno di più rispetto a quelli minimi stabili dalla legge, tenendo conto anche del fatto che i disabili stessi possono parcheggiare gratuitamente nelle soste blu. In qualsiasi zona, inoltre, resterà garantita la sosta minima di mezz’ora pagando il 50% e non ci saranno aumenti di tariffa dalla seconda ora in poi come avviene in altre città, anzi, ci saranno delle agevolazioni dalla terza ora in avanti.

La novità importante riguarda il parcheggio dell’ex Foro Boario che sarà completamente asfaltato e nel quale si procederà al rifacimento della segnaletica per riorganizzare al meglio gli stalli e per ricavarne di ulteriori per aumentarne la capienza. Contestualmente sarà sostituita e ammodernata (così come in altre zone della città) la postazione del bike sharing, Queste modifiche, indispensabili per adeguarsi agli standard nazionali, entreranno in vigore nel 2020, più precisamente dal 1 febbraio, per volontà dell’amministrazione che ha deciso di non apportare nessun cambiamento durante il periodo delle festività natalizie. Per quanto riguarda la zona mare, invece, dal primo giugno al 15 settembre, sarà attiva l’area AS, ovvero area stagionale, vale a dire che alcune zone saranno soggette al parchimetro (Viale Cairoli, Piazzale Amendola, Viale Spontini al Lido – Viale Adriatico, Piazzale Rastatt, Piazzale Biologia Marina, Piazzale Mercato Ittico, Via Nazario Sauro in Sassonia) per poi tornare di libera fruizione dal 16 settembre. Resterà invece sempre libero in ogni periodo dell’anno il parcheggio di Viale Dante Alighieri così come quello dell’ex caserma Paolini a ridosso del centro.

La fascia oraria di pagamento nelle Aree Stagionali sarà 8-20 con deroghe per i residenti e tariffe speciali per la sosta prolungata mentre il centro storico la fascia sarà 8.30-19.30, anche in questo caso con deroghe particolari per i residenti (esenzione al pagamento dalle 12.30 alle 15.30) nelle zone A (Via a Piazza Avveduti e Piazzale Marconi) e B (Via Mura Malatestiane, Via Piazzale Montevecchio, Via Cavour, Piazzale XXIV maggio, Piazzale Malatesta). Ad oggi, tra parcheggi liberi e parcheggi a pagamento, sono 4.014 gli stalli a ridosso del centro a fronte di circa 2.700 abitanti e questo garantisce turnazione anche dal punto di vista delle attività commerciali.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-12-2019 alle 18:10 sul giornale del 13 dicembre 2019 - 587 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, comune di fano





logoEV