Alla Memo un ciclo di incontri dedicato alla memoria e alla storia di donne resistenti

1' di lettura Fano 01/12/2019 - "La pubblicazione del libro Anna Paola Moretti, Maria Grazia Battistoni, Leda. La memoria che resta, (Anpi Fano, ed. 2015 e 2019), con la ricerca che l’ha sostenuto per entrambe le edizioni, è stata l’occasione per rileggere la Resistenza con uno sguardo diverso, individuando nella storia della guerra di Liberazione ciò che era stato omesso, dimenticato o ritenuto accessorio: in particolare la presenza e l’azione delle donne.

Di qui e con l’esigenza di far rivivere la storia facendola nostra come memoria viva che continua a muoversi e ci parla, diamo seguito ed ampliamento al ciclo’“Leda e le altre”, esperienza già effettuata da qualche anno in collaborazione con l’Anpi di Fano in occasione della ricorrenza della liberazione della città.

Il ciclo è stato da noi ideato e organizzato per continuare a ricordare Leda Antinori, giovane partigiana morta a diciotto anni, a cui la città di Fano ha intitolato una via e l’Anpi dedicato la sua sezione.
Questo taglio prospettico, oltre a mostrare le motivazioni delle scelte delle protagoniste, permette una rilettura complessiva dei contesti e della storia.

Una Storia intessuta di vite concrete ci porta a vedere l’opera di civiltà svolta dalle donne che sono state parte integrante del tessuto sociale, politico, culturale; è possibile leggere le differenze e i rimandi tra diverse vicende, legare con un filo comune episodi di protagonismo femminile e costruire così una genealogia in grado di orientare e nutrire il nostro presente."






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-12-2019 alle 00:21 sul giornale del 02 dicembre 2019 - 251 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, comune di fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bdu1





logoEV