Mosconi di salvataggio rimossi troppo presto: oltre 5mila euro di multa

 salvataggio su spiagge|bagnino| 1' di lettura Fano 09/09/2019 - Nell’ambito dell’operazione “MARE SICURO 2019”, la campagna pianificata annualmente su tutto il territorio nazionale dal Comando Generale delle Capitanerie di Porto, al fine di assicurare la corretta e sicura fruizione del mare e del suo litorale, sia da un punto di vista turistico/ricreativo, che prettamente professionale, l’Ufficio Circondariale Marittimo di Fano, sotto la guida del nuovo Comandante, Tenente di Vascello Giancarlo Alessandro Castellana, ha posto in essere una serie di attività di prevenzione e vigilanza, in mare e sul suo litorale, attraverso l’impiego di personale militare e mezzi navali dipendenti.

In particolare, nella giornata di domenica, durante i predetti controlli, sono stati elevati 5 verbali di accertamento e contestazione, per un ammontare di oltre 5.000 euro, a causa della mancanza del pattino di salvataggio, presso 5 torrette delle spiagge libere del Comune di Fano, dotazione obbligatoria per svolgere le operazioni di salvataggio nonché indispensabile per l’incolumità dei bagnanti che frequentano il litorale fanese.

I suddetti mosconi sono stati rimossi prima della cessazione del servizio di salvataggio obbligatorio, previsto fino alla seconda domenica del mese di settembre dalle ore 10:00 alle ore 18:00, così come disciplinato dall’Ordinanza di Sicurezza Balneare e dal Regolamento sull’utilizzazione del litorale demaniale marittimo del Comune di Fano






Questo è un articolo pubblicato il 09-09-2019 alle 16:17 sul giornale del 10 settembre 2019 - 3305 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, sicurezza, mare, bagnino, salvataggio, Operazione Mare Sicuro, articolo, salvataggio su spiagge, niccolò staccioli, pattino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bapN