Mondolfo:"La sai l'ultima di Mondolfo?": Senza finanziamenti statali per accogliere i minori stranieri, si rischia di gravare sui bilanci comunali

2' di lettura Fano 24/08/2019 - il MoVimento 5S di Mondolfo Marotta ha reso nota una interrogazione, datata 25 luglio, relativa al problema dei minori in affido. Riferendosi esplicitamente all'inchiesta "Angeli e Demoni" di Reggio Emilia. Il caso Bibbiano, per intenderci.

Bene ha fatto nel portare alla ribalta del Consiglio Comunale questo "scandalo", chiedendo quanti siano i minori tolti alle famiglie originarie nel nostro Comune, per vari motivi e con quali provvedimenti.

Una analoga interrogazione era già stata presentata in data 15 luglio dalle loro colleghe, Stefania Martinangeli ed Elisabetta Palma, consigliere comunali del M5S di Senigallia.

A volte, come si può notare, "l'erba del vicino" anche se "é sempre più verde", va bene lo stesso.

L'interrogazione delle due attive e simpatiche consigliere di Senigallia aveva un respiro più vasto, l'intero territorio dell'Ambito Territoriale Sociale n. 8, di cui Senigallia è il Comune capofila.

La risposta all'interrogazione snocciola alcuni dati per un verso sorprendenti, anche se appaiono "contenuti".

Il ricorso all'affido dei minori, nel territorio dell'ATS 8, aumenterebbe del doppio rispetto al 2015.

Sarebbe stato più interessante che l'interrogazione dei due consiglieri del M5S del Comune di Mondolfo avesse riguardato tutto il territorio dell'Ambito Territoriale Sociale n. 6 di cui Fano è il Comune capofila.

Ma va bene lo stesso.

Però, e si.. ritorniamo da noi.

Dalla relazione del revisore dei conti all'assestamento di bilancio del 2019-2021 risultano minori entrate per € 45.000 per assistere ed accogliere i minori stranieri non accompagnati (M.S.N.A.).

Soldi che lo Stato centrale non versa più al Comune di Mondolfo.

Quindi ce li mette il contribuente, quello che paga puntualmente le tasse.

Allora, dato che i due consiglieri del M5S del Comune di Mondolfo si sono astenuti nel votare la manovra di assestamento del bilancio il 30 luglio u.s. senza specificare nulla, forse sarebbe stato il caso che avessero chiesto se esiste un progetto dell'ATS 6, di cui il Comune di Fano è capofila, per assistere ed accogliere i minori stranieri non accompagnati.

E se non esiste quale iniziativa si intenderebbe intraprendere per ottenere i finanziamenti statali,

in modo tale che i costi per il loro mantenimento non gravino sui bilanci comunali.

E quindi sui contribuenti, quelli che pagano sempre le tasse.

Ricordoamo che l'ATS n. 8, di cui il Comune di Senigallia è capofila, ha ricevuto dallo Stato centrale un finanziamento per più di 800.000 euro all'anno, per tre anni, dietro presentazione di un progetto specifico, per assistere ed accogliere i minori stranieri non accompagnati.

E questa spesa non graverà sul bilancio comunale del Comune di Senigallia e degli altri Comuni dell'ATS 8.

da Spartaco Andreini

Daniele Ceccarelli

amministratori della pagina facebook "La sai l'ultima di Mondolfo?"






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-08-2019 alle 18:50 sul giornale del 26 agosto 2019 - 522 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a0Yp