Oasi della Pace di Santa Rita: un cenacolo di preghiera per tutte le persone malate nel corpo e nello spirito

3' di lettura Fano 22/08/2019 - “Lo Spirito Santo è entrato nel mio cuore, voglio testimoniare il cambiamento della mia vita. Sono io che scrivo, ma è Gesù che mi spinge a testimoniare questo cambiamento.” Questo luogo oggi chiamato Oasi della Pace di Santa Rita è nato dalla conversione di Dionigia.

Già dal 1999, la signora Dionigia ebbe un vero e proprio cambiamento, perché toccata dallo Spirito Santo, la sua vita si convertì in grande amore per il Signore. Il suo cuore si aprì alla preghiera, iniziò a frequentare la Santa Messa ogni giorno, con il pensiero e la consapevolezza che Gesù deve essere al primo posto.

Già dall’anno 2000, lo Spirito Santo iniziò a mettere nel suo cuore il forte desidero di scrivere quello che Gesù le suggeriva, preghiere per gli ammalati, per i bambini, per i giovani: i suoi pensieri rivolti all’amore del Signore, ciò che voleva Lui.

Dionigia sentiva nel suo cuore il desiderio di pregare tantissimo e avrebbe pregato giorno e notte. Chi non ha conosciuto l’Amore del Signore, non ha conosciuto la vera gioia, questo è ciò che vorrebbe far capire ai suoi fratelli in Cristo.

All’inizio dell’anno 2000, anno Santo, il Signore le donò la gioia e il privilegio di avere diverse apparizioni Gesù, la Vergine Maria, il Sacro Cuore di Gesù, Gesù della Divina Misericordia, Santa Rita, San Pietro.

Il Signore più volte le ha donato dei messaggi, insistendo sull’importanza di pregare il suo Preziosissimo Sangue, la sua Dolorosa Passione e l’Immacolata Concezione.

Come prima apparizione a Dionigia le si manifestò S. Rita da Cascia: era l’alba del 5 gennaio 2000, la vide in fondo al letto, come persona viva; era vestita con il suo abito nero da suora e dolcemente le chiese di prendere la corona, di inginocchiarsi davanti a lei e recitare il S. Rosario insieme.

Il Suo cuore era colmo di gioia e di grande amore e tuttora ringrazia tantissimo Santa Rita per il privilegio che le ha donato.

Il 12 gennaio 2000, mentre pregava le apparve Gesù che le donò questo messaggio: “La strada intrapresa è quella giusta; devi stare tranquilla, non la devi abbandonare mai più, la tua vita continuerà fino all’età di …”. Queste parole le hanno donato tanta gioia da ricordarsele per tutta la vita .

La mattina del 1 marzo 2000, con grande stupore, le apparve Gesù nella sua camera, in fondo al letto: si mostrò come persona viva, in una grande croce di legno, con grossi chiodi nelle mani e nei piedi. Il Cristo Signore le chiese di recitare il Padre Nostro insieme a lui.

S. Rita da Cascia, le apparve più volte chiedendole come suo più grande desiderio l’edificazione di una cappellina in suo onore, passarono diversi anni e fu costruita nel 2003 chiamato Oasi di Pace di Santa Rita. Oggi si è formato un assiduo gruppo di preghiera che si riunisce ogni 22 del mese alle ore 21.00, e si tiene un cenacolo di preghiera, si prega in onore di Santa Rita, del Preziosissimo Sangue e dell'Immacolata Concezione per tutte le persone malate nel corpo e nello spirito e per chi non ha ancora conosciuto l'amore di Dio.

Gli incontri di preghiera si tengono anche ogni domenica pomeriggio.

Santa Rita dona conforto alle persone che la vengono ad invocare e dona tanta pace e grazie senza fine.






Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 22-08-2019 alle 09:58 sul giornale del 23 agosto 2019 - 478 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, pubbliredazionale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a0T4





logoEV