Suv urta bimba e non si ferma. La polizia locale: “Ha lo sterno rotto, lo stiamo cercando”

1' di lettura Fano 13/08/2019 - Ha fatto cadere una bambina di dieci anni dalla sua bicicletta. Poi ha accostato con il suo suv, le ha chiesto come stesse, e si è fatto bastare la sua risposta. “Sto bene”, avrebbe detto lei. Ma non sapeva ancora di avere lo sterno rotto. E – in ogni caso – quando sono coinvolti bimbi così piccoli, non ci si può accontentare di una mera rassicurazione.

A dirlo è la polizia locale, che - nel presentare il suo report sugli interventi effettuati nei primi dieci giorni di agosto – ha fatto presente anche questo spiacevole episodio che risale a sabato notte. La piccola stava transitando in bici insieme alla sua mamma, in zona Vallato a Fano, non lontano dalla chiesa locale. Al conducente del suv va riconosciuto il fatto di aver accostato per chiedere alla bimba se stesse bene, ma – come sottolineato sempre dalla polizia locale – “quando si ha a che fare con bimbi di quell’età tutto questo non basta”.

A dimostrarlo è il fatto che la piccola abbia detto di star bene, ma ora si ritrova ricoverata in ospedale con lo sterno rotto. In altre parole, l’automobilista si sarebbe dovuto fermare per accertarsi delle reali condizioni della giovanissima ciclista. Non l’ha fatto, e ora la polizia locale è sulle sue tracce. Proprio in queste ore sta acquisendo le immagini della videosorveglianza per risalire alla sua identità.






Questo è un articolo pubblicato il 13-08-2019 alle 13:34 sul giornale del 14 agosto 2019 - 5973 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, incidente, incidente stradale, vallato, articolo, Simone Celli, bambina investita

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a0FZ