Multe, rapine, incidenti: agosto rovente per la polizia locale. In calo i sequestri commerciali. Tutti i numeri

4' di lettura Fano 13/08/2019 - Sono sottorganico, e siamo ormai entrati nella parte clou della stagione estiva. Storicamente un periodo in cui multe, furti, rapine e incidenti crescono vertiginosamente. Per questo – a guardare anche i soli numeri dei primi dieci giorni di agosto – per la polizia locale si può già parlare di un mese di fuoco. Lo dimostrano i tanti incidenti degli ultimi giorni, le rapine e i furti sventati, le sanzioni inflitte ad automobilisti e proprietari di cani. Ma c’è una buona notizia: i sequestri commerciali sono in netto calo. Nonostante agosto.

Lo dice il coordinatore del corpo Alessandro Di Quirico, ma lo ammettono anche gli stessi amministratori comunali: tra residenti e turisti, Fano in questo periodo si riempie e si ripopola in modo significativo, per questo avere in servizio soltanto cinquanta agenti non può bastare. Da qui la promessa dell’assessora alla polizia locale Sara Cucchiarini, secondo cui - dopo l’insediamento del nuovo comandante – ci sarà una riorganizzazione seguita dall’inserimento di nuovi agenti in organico. Il primo passo è intanto quello di migliorare la segnaletica, anche quella provvisoria. “Abbiamo già cominciato”, ha detto la Cucchiarini.

Prima degli annunci per il domani vengono però i numeri di oggi. Ad agosto, in soli dieci giorni, la polizia locale ha già rilevato ben 11 incidenti, 8 dei quali con dei feriti. In un caso è anche scattata la prognosi riservata, mentre in un altro si è trattato di un’omissione di soccorso. La questione fa già discutere anche sui social, ma Di Quirico non ha dubbi: “Il conducente del suv che sabato notte ha urtato una bimba di dieci anni in bicicletta ha di certo sbagliato. Si è fermato a chiederle come stesse, lei ha risposto ‘bene’ e lui se n’è andato. Ma la bambina è troppo piccola, non si era accorta di essersi rotta lo sterno. Questa è omissione di soccorso. Stiamo acquisendo i filmati delle telecamere per identificare il conducente del mezzo” (qui la cronaca dell’incidente).

I dati di inizio agosto riportano anche un intervento all’interno degli uffici comunali. Giorni fa, infatti, un pluripregiudicato campano si è introdotto nei locali dello stato civile di via Garibaldi e si è messo a frugare nella borsa di un’impiegata, la quale si è accorta, le si è rivoltata contro e ha dovuto pure subire la sua violenza. Bloccato da un collega, il ladro è poi stato arrestato dalla polizia locale mentre altri impiegati stavano bloccando la porta dall’interno per non farlo scappare (qui tutti i dettagli).

Nella prima settimana di agosto si è intervenuti anche per recuperare un cellulare appena rubato. Il dispositivo era stato sottratto da un camion in sosta in via Nolfi. Il conducente del mezzo – nonché proprietario del telefono – ha subito chiamato in causa la polizia locale. Erano le 11 15 del 7 agosto. Gli agenti sono subito accorsi sul posto, e il derubato ha servito loro il ladro su un piatto d’argento. Tramite un’app sapeva infatti dove si trovasse il telefono: in un bar poco più in là. Il malvivente 20enne, colto ormai con le mani nel sacco, ha provato a nascondere il dispositivo dentro i pantaloni. Poi, costretto a estrarlo nuovamente, ha detto che il telefono gli era stato passato in mano, lì sulla porta, da una terza persona. Le telecamere hanno poi smentito tutto, e il ragazzo è stato denunciato.

Singoli episodi di varia gravità, a cui si aggiungono anche le 5 sanzioni per errata conduzione di cani. Ma – a onor del vero – i numeri dei primi dieci giorni di agosto ci fanno sapere che almeno i sequestri commerciali sono in calo. Dall’inizio del mese se ne contano 14, per un totale di 2693 beni confiscati tra vestiti, occhiali da sole, bigiotteria e altro. “Abbiamo comunque riempito i magazzini”, ha raccontato Di Quirico. “Quelle di ferragosto le chiamano ‘le ferie di Augusto’. Augusto sarà anche in ferie – ha commentato ironicamente -, ma noi no”. Un impegno, quello della polizia locale, che è ben argomentato dai dati, e che è stato riconosciuto anche dal sindaco di Fano Massimo Seri. Nel ringraziare il corpo, il primo cittadino ha anche fatto leva sul calo dei sequestri per sottolineare “il buon esito delle scelte fatte finora” e per riaffermare che “Fano è una città sicura”.








Questo è un articolo pubblicato il 13-08-2019 alle 17:08 sul giornale del 14 agosto 2019 - 1121 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, polizia locale, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a0GH





logoEV