L'Alma in cerca di un riscatto. Coach Fontana: "Riconquistiamo la città, ci aspetta un'impresa" [FOTO]

4' di lettura Fano 27/07/2019 - Presso la sala stampa dello stadio Mancini di Fano, si è svolta la conferenza stampa di presentazione di mister Gaetano Fontana. A fare gli onori di casa il DG Simone Bernardini che ha illustrato alla stampa presente i due volti nuovi di questa rinnovata Alma, a partire dal responsabile dell’area tecnica Giovanni Mei, il fanese doc di questa dirigenza.

Giovanni Mei: “Sono lusingato dalla chiamata dell’Alma. Oltre che dal punto di vista professionale, per me è molto importante da quello emotivo riuscire a dare un contributo per la mia città. Ho molta fiducia in quello che si sta creando anche perché siamo tutti consapevoli che una cosa importante si possa fare solo se siamo tutti uniti. Ultimamente c’è stato molto scollamento con la città e questo non è un sentimento che fa bene a nessuno. Il mio intento è cercare di ripristinare l’attenzione sulla città e sulla squadra e fare in modo che ritorni l’entusiasmo di cui Fano è stato sempre un esempio. Sono contento dell’arrivo di Gaetano che reputo uno degli allenatori più giovani in giro e penso che sia l’allenatore che Fano cerca da anni”.

Gaetano Fontana: “Ringrazio la città che ha scelto me per questa nuova stagione. Credo che si siano incontrate due figure che vengono da anni di disavventure dal punto di vista sportivo che hanno una grande voglia ed una grande carica per ridare quello che è giusto ridare alla gente ed alla società a livello professionale. Quando si lavora non tutto va per il meglio, ma l’intenzione è sempre quella di modificarsi, aggiustarsi, trovare tutte le componenti necessarie che ci possono migliorare e portare anche delle novità, a partire dai ragazzi con i quali ci confronteremo quest’anno affinché tutto questo possa andare per il meglio. Siamo fortemente in ritardo ma molto determinati in questa impresa. Perché si tratta già di impresa: ad oggi le squadre stanno ancora lavorando per cercare la quadra e noi dobbiamo partire. Ma siamo consapevoli che alla fine riusciremo a fare una squadra dignitosa, che sappia quello che vuole da ogni partita e che faccia di tutto per ottenere il risultato che molto spesso dipende da tanti fattori. Cercheremo di raggiungerlo perché lavoro tanto e lo pretendo. Ho anche io qualche ambizione e qualche obiettivo da raggiungere e sono sicuro che Fano per me è una di quelle tappe professionali determinanti per la mia carriera. Non vedo l’ora di iniziare. Le motivazioni che mi hanno spinto ad accettare questo progetto? Il fatto che l’Alma nelle ultime stagioni non ha abbia ricevuto gratificazioni così come non le ho ricevute io ed una proprietà che ha saputo comprendere ciò che ho dentro perché l’obiettivo è lo stesso”.

Simone Bernardini: “Abbiamo cercato di ricostruire sia il profilo societario che tecnico. Oggi abbiamo ufficializzato Parlati e Paolini e ne arriveranno degli altri che andranno a completare la rosa in fieri. l’Alma ha avuto delle problematiche legate al clima negativo che hanno portato tre anni di risultati non esaltanti. Siamo consapevoli, però, degli errori commessi come di altre componenti di rilievo quali la nostra forza economica, la bellezza della nostra città, l’aver preso un grande allenatore, l’affiliazione con l’Ascoli. Tutti elementi che ci consentono di avere un appeal superiore rispetto agli ultimi anni e con il quale contiamo di portare giocatori importanti. Dobbiamo essere tutti uniti perché solo quando c’è unità di intenti si possono raggiungere traguardi sperati; e per farlo abbiamo bisogno che tutti si schierino con questa società che ha dimostrato tanta attenzione e serietà. Abbiamo deciso di inserire un uomo fiduciario a livello tecnico che per me ed il Presidente Gabellini è un valore aggiunto e crediamo che la figura di Giovanni Mei possa aiutare a crescere e a colmare gli errori fatti precedentemente”.

Gaetano Fontana: “L’invito che rivolgo a voi della stampa ed ai tifosi è quello di guardare il lavoro quotidiano. Vorrei che la gente si avvicinasse a noi durante la settimana per vedere come lavoriamo, quello che facciamo e in cui crediamo perché quello che non è fattibile oggi, con la continuità e la dedizione è possibile raggiungerlo. Vengo da situazioni dove ciò non è stato concesso e non è stato valorizzato tutta la mole di fatica e di impegno accumulati. Penso che la cosa migliore da fare sia lavorare in silenzio. Siamo ultimi in questo momento e dobbiamo partire per cercare di lavorare con umiltà, perché c’è una squadra completa da fare ed il lavoro è massacrante per tutti”.

Definito anche lo staff tecnico al seguito di mister Fontana: “Carlo Mandola è l’allenatore in seconda, la persona con la quale condividerò tutte le sedute di allenamento; Marco Giovannelli è il preparatore atletico, mentre Nicola Barasso sarà il preparatore dei portieri”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-07-2019 alle 17:10 sul giornale del 29 luglio 2019 - 845 letture

In questo articolo si parla di fano, sport, calcio, alma juventus fano 1906

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a988





logoEV