Catania, poliziotto salva bimbo di 4 anni chiuso in auto

polizia 1' di lettura Fano 25/06/2019 - Il piccolo tirava pugni contro il vetro per cercare aiuto. L’agente l’ha salvato rompendo il finestrino

Chiuso dentro un’Audi A6, sotto i 40° all’ombra dell’aeroporto di Catania: un bambino è stato lasciato in auto dai genitori che dovranno rispondere di abbandono di minore. Tragedia evitata grazie all’intervento di un sovrintendente della Polizia di Stato, che con il calcio della pistola d’ordinanza ha rotto il finestrino della vettura e ha soccorso il piccolo.

Gli agenti della polizia sono intervenuti dopo la segnalazione di una guardia giurata, che si era accorto dello stato di emergenza in cui si trovava il bimbo: si dimenava nel tentativo di aprire le portiere dell’auto per chiedere aiuto, era sudato e in evidente ipertermia. “Piangeva, era in preda al panico. Poi ho visto che era tutto arrossato: non ho avuto esitazioni in quel momento”, ha dichiarato il poliziotto eroe ai microfoni di TgCom 24. Durante l’operazione di salvataggio, l’agente ha riportato ferite alla mano a causa dell’impatto con i vetri.

I genitori, una coppia svizzera di trentenni, che era scesa dall’auto per accompagnare degli amici nell’area partenze, sono stati denunciati per abbandono di minore. Il bimbo, trasportato nel presidio sanitario dell’aeroporto, è stato soccorso e si è ripreso immediatamente.






Questo è un articolo pubblicato il 25-06-2019 alle 08:57 sul giornale del 26 giugno 2019 - 1334 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, polizia di stato, Maria Luigia Lapenna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8WB