Maxi-colpo nella cantina Lucarelli: rubate 4mila bottiglie di vino pregiato. Refurtiva di oltre 60mila euro

1' di lettura Fano 22/06/2019 - Sono saliti sul tetto, l’hanno perforato, poi sono entrati. Una volta dentro hanno sabotato l’allarme e coperto con dei cartoni il suono della sirena che è comunque scattata. Tutto dimostra che sono dei veri professionisti – forse addirittura dei “mercenari” su commissione – i ladri che hanno preso d’assalto il magazzino di Calcinelli di Colli al Metauro della cantina Lucarelli, importante marchio che produce diversi vini di qualità.

Il maxi-colpo messo a segno alcune notti fa ai danni della ditta – che ha sede a Ripalta di Cartoceto – ha rappresentato un duro colpo. Circa 4mila le bottiglie rubate, e in buona parte di vino pregiato. Una refurtiva di un valore che supera i 60mila euro, al netto del danno causato dalla mancata vendita della merce.

Sembra certo che la banda sapesse come agire e – soprattutto – cosa prendere. Dopo aver aperto il portone dall’interno hanno fatto entrare un mezzo pesante nel quale hanno caricato sette bancali di vino costoso. Il prezzo di listino di molte delle bottiglie rubate oscilla tra i 40 e i 160 euro. Sottratto anche il “Goccione”, vincitore del campionato italiano dei Sangiovese. Infine se ne sono andati, ma non prima di aver sostituito la targa del camion con quella di un’auto nelle vicinanze, così da complicare le indagini dei carabinieri.








Questo è un articolo pubblicato il 22-06-2019 alle 17:08 sul giornale del 24 giugno 2019 - 2332 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ladri, cartoceto, vini, Ripalta, calcinelli, articolo, colli al metauro, Simone Celli, calcinelli di colli al metauro, vini rubati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8SM