Falconara: cadavere rinvenuto sul fiume Esino non identificato, si spera nei risultati dell’autopsia

1' di lettura Fano 17/06/2019 - Nessuna novità per quanto riguarda il cadavere rinvenuto sul fiume esino nei giorni scorsi. Forse solo l’autopsia potrà rivelare ulteriori dettagli.

Ancora nessuna novità sulla morte e il successivo rinvenimento di un cadavere sul fiume Esino a Falconara. Tutto resta ancorato ancora alle prime impressioni che giungeranno dall’autopsia questa mattina, ma si dovrà attendere fino a 60 giorni perché il Pm Paci il medico legale trovi una risposta.

GLI ESAMI per FUTURE COMPARAZIONI. Oggi si tenterà nell’arduo compito di rilevare le impronte dattiloscopiche, iniettando della soluzione liquida nei polpastrelli per aumentarne così il volume sotto pelle. Il tutto nella speranza che le creste papillari ovvero i disegni rilasciati delle impronte siano ancora sufficientemente leggibili. Sarà anche prelevato del dna per le future comparazioni con i profili genetici delle persone scomparse.

LE INDAGINI. Ad ora la Tenenza falconarese ha interpellato sette persone tra gli stranieri ed i senza fissa dimora conosciuti che gravitavano in zona, ritenendo che l’identità del soggetto coincida con una persona schiva, probabilmente sola, considerando anche il fatto che non sono noti allontanamenti o scomparse in zona in periodi recenti.






Questo è un articolo pubblicato il 17-06-2019 alle 10:37 sul giornale del 17 giugno 2019 - 501 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, falconara marittima, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8FE