Premiazioni e finali: il weekend del Csi ha coinvolto circa 500 sportivi amatoriali

3' di lettura Fano 10/06/2019 - E’ iniziato venerdì ed è terminato domenica il lungo week end targato Csi Pesaro-Urbino (sede in Fano) che ha coinvolto oltre 500 sportivi amatoriali di tutta la Regione impegnati su più fronti.

A Marotta, alla discoteca Miù Discodinner, in calendario c’erano le premiazioni dei campionati a squadre indoor di beach tennis e beach volley che hanno incoronato le formazioni I Muntobest di Jesi (beach tennis) e Beach Stadium Marotta (beach volley), team che hanno prevalso sul totale delle 24 squadre partecipanti (14+10) che da gennaio a maggio si sono date battaglia nei centri sportivi della provincia di Pesaro e Ancona il cui comitato collaborava alle manifestazioni insieme a quello locale.

A dire il vero però, la settimana sportiva per il Csi era iniziata lunedì 3 giugno perchè a Lignano Sabbiadoro (Udine), erano ben tre le formazioni che difendevano i colori del comitato alle finali nazionali di ginnastica artistica, ultimo atto di una stagione alla quale avevano accesso solo le formazioni che meglio si erano comportate durante l’anno.

Per il Csi Pesaro-Urbino c’erano Imperial Pesaro, Gymnasticando Urbino e Agis Sassoferrato, squadre che hanno fatto scendere in pedana circa 20 atleti degli oltre 500 che hanno dato vita alla kermesse riservata a ginnaste e ginnasti dai 6 ai 18 anni.

2 le medaglie portate a casa dall’Imperial Pesaro e addirittura 6 quelle di Gymasticando mentre sono ritornate a casa con tanto divertimento ma zero metalli al collo le piccole dell’Agis Sassoferrato alle quali rimane comunque il ricordo di una bellissima esperienza.

E non sono riuscite a trionfare in nessuna specialità nemmeno le 3 formazioni pesaresi che domenica a Fano hanno preso parte alle finali regionali Csi Marche degli sport di squadra, trampolino di lancio per le finali nazionali in programma a Chianciano Terme il 13-14 luglio, al quale hanno partecipato oltre 300 tra giocatori e arbitri provenienti da tutta la regione.

Ad alzare bandiera bianca per un soffio è stata l’Enoteca Biagioli che ha perso la finalissima di calcio a 7 per 5-4 abbandonando così sul filo di lana il sogno tricolore. Stessa sorte anche per l’Atlethico Bellocchi sconfitto nella finalissima della Coppa Marche di calcio a 8, disciplina dimostrativa che ha visto piazzarsi al 4° posto un’altra formazione del comitato pesarese, vale a dire Tali&Squali. Nessuna squadra pesarese si era invece riuscita a qualificare per le finali di volley e calcio a 5.

Teatro delle sfide sono stati i parquet di Palas Allende e Circolo Tennis Trave e i campi sintetici di Gimarra e Tre Ponti, luogo quest’ultimo dove si è svolta poi anche la cerimonia di premiazione grazie alla collaborazione della cooperativa Tre Ponti e del ristorante La Perla.

“E’ stato l’ennesimo week end di soddisfazioni – ha commentato al termine Marco Pagnetti, presidente Csi Pesaro-Urbino -. Grazie a tutte le squadre e a tutti i volontari impegnati sul campo, grazie ai gestori degli impianti per l’ospitalità e grazie al Miù Discodinner per la splendida serata di venerdì sera che ha regalato alle nostre squadre, oltre che la gioia delle premiazioni, una vera e propria festa con animazione e musica”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-06-2019 alle 12:31 sul giornale del 11 giugno 2019 - 233 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, sport, csi, Centro sportivo italiano, csi fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8re