Restyling Pincio, Nuova Fano: "Oltre l'Arco d'Augusto un centro storico degradato"

3' di lettura Fano 13/05/2019 - Notiamo con quanta enfasi questa Amministrazione comunale, fortunatamente ormai passata, ha inaugurato la conclusione dei lavori e l’apertura del Pincio ai cittadini. La porta della città dice il Sindaco Seri!

Come pulire un bicchiere all’esterno lasciandolo sporco al suo interno. Infatti l’invito ad entrare, dal Pincio, nel centro storico della città di Fano lascia subito a desiderare basta oltrepassare l’Arco di Augusto per notare che, dentro, il bicchiere è ancora sporco.

Una sorte di inganno per chi entra da una piazza e un Arco di Augusto invitante e poi, subito dopo, un degrado immane . Infatti , dopo l’Arco di Augusto, notiamo pavimenti mal ridotti, fioriere arrugginite senza piante e che sostituiscono, in moltissimi casi, i cestini dei rifiuti e molto molto di più. Insomma un centro privo di attenzioni che, così come è, non è un invito a tornarci.

Scendendo poi verso il mare la situazione non è delle migliori . Siamo ormai alle porte della stagione estiva , ormai vicino a Giugno, e la fotografia non cambia anzi peggiora . Infatti la zona di Sassonia per poi arrivare al lido grida davvero vendetta . Un percorso indecoroso con strutture in totale degrado dai pavimenti dei percorsi ciclo pedonali alla cura del verde e tanto altro . Un lido ridotto al degrado più assoluto con cantieri aperti che non danno alcun cenno a conclusione dei lavori insomma le promesse come al solito non si incontrano con la concretezza.

A quanto pare, nonostante i lavori previsti per evitare ulteriori allagamenti anche questa volta il sottopasso del lido ha subito un ulteriore allagamento . Il ponticello provvisorio dell’arzilla, discutibile per come è stato organizzato, oggi è chiuso e travolto dalla piena dell’Arzilla . Inevitabile avendo creato con la costruzione provvisoria del ponticello una specie di muro e l’acqua da qualche parte doveva pur sfociare . Tale pericolo la Nuova Fano lo ha denunciato più volte pubblicamente.

Siamo preoccupati per i gestori delle concessioni balneari , i ristoratori , gli albergatori , e per tutti quei locali che vivono del turismo e del movimento che si crea durante la stagione balneare ma anche per quei cittadini che vivono il centro storico, i commercianti messi in ginocchio da una politica che guarda altro ( vedi lo Pseudo centro commerciale di Viale Piceno ).

Insomma sicuramente una triste cartolina che si presenta oggi ai cittadini fanesi ma anche a coloro che arriveranno a Fano per passare qualche giorno di serenità .

Veniamo a conoscenza, oggi, dei danni causati dalla pioggia in altre zone dove il degrado ha fatto da padrone per via di scarichi incurati o che non hanno funzionato . Veniamo a conoscenza di diverse zone allagate come ad esempio in Viale Piceno dove alcune attività commerciali hanno subito danni . Le strade piene di buche create dagli eventi climatici di questi giorni, frutto evidente di lavori fatti male.

Vedere che ancora oggi i fautori di tutto questo girare ed utilizzare la voce mediatica senza riconoscere che dopo cinque anni di amministrazione l’unica cosa che sanno dire è che la colpa è di chi c’èra prima è davvero deprimente inoltre, candidamente, dichiarano che quello che non è stato fatto lo faranno nel prossimo mandato .

Forse non hanno occhi per vedere che stanno facendo di nuovo il Tour del degrado opera di se stessi.

Da cittadini ci sentiamo presi davvero in giro ed è fastidioso vedere amministratori comunali che fanno fotografie promettendo cose che avrebbero dovuto fare ! sembra davvero che non si rendano conto di aver avuto ben cinque anni di ammnistrazione di questa città.

Non crediamo che i cittadini siano così sconsiderati e sanno bene che altri cinque anni di questa amministrazione di centro sinistra sarebbe la fine della terza città delle Marche.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2019 alle 12:12 sul giornale del 14 maggio 2019 - 504 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, pincio, Circolo Nuova Fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7p0





logoEV