Tenta di uccidere l'ex: venerdì l'interrogatorio di Cicerchia. Il padre colto da malore

1' di lettura Fano 24/04/2019 - Verrà interrogato venerdì 26 il 27enne fanese che il giorno di Pasquetta - a Pesaro - ha tentato di uccidere la sua ex di fronte agli occhi della figlia di appena cinque anni.

Matteo Cicerchia - incensurato - non si era rassegnato alla fine della loro relazione, conclusa ormai da anni. E probabilmente non stava reggendo l’idea che lei avesse ormai una nuova relazione sentimentale. Lunedì ha così messo in atto la sua aggressione. La ragazza - Elisa Furlani, coetanea di Cicerchia e nipote dell'artista Stefano Furlani - si è salvata grazie all'intervento provvidenziale di Gabriele Ottaviani, che si trovava in casa sua, lì a due passi, a causa della febbre. Il sindaco di Pesaro Matteo Ricci ha già comunicato che riceverà l’encomio del Comune per il gesto eroico da lui compiuto.

Cicerchia è stato dichiarato capace di intendere e di volere, e ora si trova in carcere con l'accusa di tentato omicidio plurimo. Alla notizia del suo folle gesto, il padre 60enne è stato colpito da un attacco cardiaco mentre si trovava in Puglia.

Resta aggiornato in tempo reale con il nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp aggiungere il numero 350 564 1864 alla propria rubrica e inviare un messaggio - anche vuoto - allo stesso numero
  • Per Facebook Messenger cliccare su m.me/viverefano
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un articolo pubblicato il 24-04-2019 alle 15:55 sul giornale del 26 aprile 2019 - 3836 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, pesaro, tentato omicidio, articolo, Simone Celli, Gabriele Ottaviani, matteo cicerchia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6OJ