Cingoli: tenta il furto nella sala slot, fermato grazie alle telecamere

Fano 21/04/2019 - I carabinieri della stazione di Cingoli hanno denunciato per tentato furto aggravato un giovane residente nella provincia maceratese, 20enne, conosciuto alle cronache.

Nella serata di venerdì, presso la sala slot di Cingoli – già presa di mira lo scorso anno per un tentativo di furto da cui è parita l’indagine “shelter” che ha condotto all’emissione di misure cautelari di 4 soggetti – un individuo dopo essere entrato furtivamente ha tentato di scassinare una “macchinetta vdeo poker” con un arnese.

L’azione non è riuscita e il malvivente si è dato alla fuga. Allertati i carabinieri di Cingoli che visionano da subito le immagini del soggetto travisato. Nonostante il camuffamento, e quindi la difficile individuazione, i militari si sono messii alla ricerca col solo indizio degli indumenti. Dopo alcune ore hanno notato nel paese un soggetto con un abbigliamento molto simile a quello indossato dal malvivente. Lo fermano e condotto in caserma. Qui l’immediata comparazione con le immagini ha consentito di osservare la perfetta corrispondenza della felpa con un noto marchio e degli occhiali. E' stato anche rintracciato il “piede di porco” utilizzato per il tentato furto.








Questo è un articolo pubblicato il 21-04-2019 alle 10:08 sul giornale del 23 aprile 2019 - 481 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, cingoli, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6JJ