Elezioni, ecco i candidati di In Comune. Mascarin: “Non vogliamo lasciare la città alla peggiore destra”

3' di lettura Fano 17/04/2019 - Sono 23 le candidate e i candidati della lista In Comune che si sono presentati alla stampa: per il 60% di loro è la prima esperienza di candidatura per una competizione elettorale, il 44% sono donne e il 56% uomini, una candidata – Ilena Gava – è espressione della comunità rumena e un candidato – Pietro Sanesi – è espressione della comunità musulmana.

Tutti hanno sottoscritto al momento dell’accettazione della candidatura il programma di “In Comune”, frutto di assemblee e forum tematici che nei mesi di novembre e dicembre 2018 hanno coinvolto oltre 300 cittadine e cittadini.

“Abbiamo scelto di dare vita a una lista ampia, plurale, inclusiva che per le prossime elezioni amministrative si propone a quanti si riconoscono in una Fano democratica e solidale, capace di coniugare cultura di governo e radicalità di proposta e iniziativa, in grado di cambiare e innovare i linguaggi comunicativi e le pratiche partecipative, pronta a offrire una valida opportunità di impegno politico e di scelta elettorale alle cittadine e ai cittadini fanesi che si pongono in più netta alternativa al razzismo, alla xenofobia, al populismo delle nuove destre”, ha dichiarato Simone Uguccioni, portavoce “In Comune”. “Difesa dei servizi pubblici a partire da quelli educativi e sociali, ASET pubblica, maggiori risorse e investimenti per gli spazi di cultura e socialità a partire dalla Mediateca Montanari e dalla Biblioteca Federiciana, tutela dell’ambiente e sviluppo sostenibile, mobilità dolce ed economia circolare, il completamento del nuovo Parco urbano entro 5 anni: sono gli impegni sulla base dei quali abbiamo scelto di sostenere Massimo Seri come candidato a Sindaco, in una coalizione di centrosinistra di cui ci candidiamo a essere la gamba sinistra”.

“Nella nostra lista trovano spazio l’esperienza di amministratori, come Samuele Mascarin e Carla Luzi, che hanno interpretato in questi anni le politiche più incisive e innovative, ma anche – ha concluso Uguccioni – l’impegno e l’entusiasmo di tante e tanti espressione del mondo dei movimenti e delle associazioni culturali, giovanili, sportive, ambientaliste e animaliste”.

“Cosa ci chiedono giovani e anziani? Di evitare che Fano sia governata dalla Lega”, ha detto Mascarin durante il suo intervento. “Noi – ha aggiunto - ci proponiamo come una sinistra che sa affrontare i cambiamenti, anche per non lasciare la città nelle mani della peggiore destra”.

Soddisfatto il sindaco Seri. “Questa è una lista intelligente – ha detto -, perché fa tesoro delle esperienze fatte, ma innovandosi e cogliendo ciò che c’è di nuovo. Gli altri vogliono essere chiusi ed esclusivi. Qualcuno dice di voler ‘asfaltare’, ed è un’espressione che a un’insegnate non fa onore”, ha aggiunto il candidato di centrosinistra alludendo all’ultimo slogan di Lucia Tarsi. “Invece noi – ha concluso – siamo quelli che abbracciano”.








Questo è un articolo pubblicato il 17-04-2019 alle 00:01 sul giornale del 18 aprile 2019 - 3049 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, redazione, vivere fano, samuele mascarin, massimo seri, articolo, elezioni 2019, In Comune, simone uguccioni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6By