Giallo di San Lorenzo: autopsia senza fine. S'indaga sulle cambiali trovate in casa

1' di lettura Fano 23/03/2019 - Sembra ancora lontano il giorno del funerale di Sesto Grilli. Serviranno infatti nuovi accertamenti sul corpo dell'uomo trovato morto in casa sua la scorsa domenica, a San Lorenzo in Campo. Il 74enne era stato legato a una sedia e imbavagliato, forse da persone di sua conoscenza. E sono ancora tanti gli angoli bui di questa vicenda, anche per le fotocopie delle cambiali che sono state trovate nell'abitazione.

In casa di Grilli sono stati anche rinvenuti 15mila euro, dentro la cassaforte e tra i cassetti. Una cifra non da poco per un semplice pensionato. Quelle cambiali, poi, lasciano trapelare l'ipotesi che il 74enne fosse solito prestare denaro. A quale condizioni non è ancora dato saperlo, ma potrebbe essere un elemento importante per il proseguimento delle indagini.

Ad ogni modo, gli inquirenti considerano ancora più che valida la pista della rapina finita male. Grilli potrebbe infatti essere stato legato e picchiato affinché rivelasse il nascondiglio dei soldi presenti in casa. Se così fosse sarebbe confermata l'ipotesi che lo vedrebbe aggredito da persone di sua conoscenza, oltre che informate della presenza di denaro all'interno dell'abitazione. Al momento si continua a cercare risposte attraverso nuovi sopralluoghi nella casa in cui si è consumato il crimine, in attesa di ulteriori indagini sul corpo stesso del 74enne.








Questo è un articolo pubblicato il 23-03-2019 alle 19:02 sul giornale del 25 marzo 2019 - 3140 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, san lorenzo in campo, vivere fano, rapine, articolo, Simone Celli, sirio grilli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5Gs