Paolo Curi su Rai Uno: "Un viaggio con i figli per ricominciare dopo la tragedia di Corinaldo"

Fano 18/03/2019 - Paolo Curi esempio di coraggio per tutti i papà che devono ricominciare a vivere per i propri figli. Il 44enne senigalliese, rimasto solo con i suoi 4 figli, dopo la morte della moglie Eleonora, tra le vittime della strage della Lanterna Azzurra di Corinaldo, è stato tra i protagonisti della puntata di domenica di "La prima volta", condotta su Rai Uno da Cristina Parodi.

La puntata era dedicata ai “super eroi di casa”, un omaggio che la trasmissione ha voluto fare per papà "davvero speciali", in vista della loro festa del 19 marzo. E Paolo di speciale ha davvero molto. Da quando in quella tragica notte in discoteca sua moglie Eleonora ha perso la vita, facendo scudo con il suo corpo per proteggere la figlia Gemma di 10 anni, Paolo Curi ha dovuto trovare il coraggio di andare avanti da solo, per amore dei quattro figli rimasti senza la mamma.

Il papà-coraggio in trasmissione ha raccontato anche la “prima volta” (come dice appunto il titolo della trasmissione), dalla tragica notte del 7 dicembre, in cui ha voluto portare i figli in un viaggio che era stato già programmato con la sua Eleonora all'Acquario di Genova. Immagini e filmati hanno raccontato la gioranta di gioia trascorsa a Genova, un evento simbolico ma carico di speranza per una famiglia che ora si stringe attorno al papà.








Questo è un articolo pubblicato il 18-03-2019 alle 19:05 sul giornale del 19 marzo 2019 - 1061 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo