Confesercenti incontra Auspici (La Sinistra per Fano): al centro riqualificazioni, commercio e turismo

3' di lettura Fano 18/03/2019 - Programmazione a lungo termine degli interventi e discontinuità con le scelte delle passate amministrazioni, in particolare su commercio e turismo: questi i punti sui quali ha posto l’accento Teodosio Auspici, candidato sindaco della lista ‘La Sinistra PER Fano’ nel corso dell’incontro con il direttivo Confesercenti.

Una programmazione che, secondo Auspici, finora è mancata e che invece risulta fondamentale anche per gestire le scelte sulla trasformazione urbana, sul riutilizzo delle aree dismesse –ex zuccherificio in primis- e su una necessaria riqualificazione della città che parta dalle zone di maggior interesse, porto turistico e centro storico.

Il presidente Confesercenti Fano Adolfo Ciuccoli ha nuovamente posto l’accento sui nodi del commercio: il proliferare della grande distribuzione, alimentare e non, alla quale si continuano a fornire in città nuovi spazi, lo svuotamento del centro storico, sul quale pesano affitti ormai insostenibili e, in generale, le difficoltà dei negozi di vicinato nei quartieri e in periferia.

Auspici ha sottolineato la necessità di una discontinuità rispetto al passato su due grandi temi: piano regolatore e bilancio: “Non aver messo mano al piano regolatore è stato un grave errore –ha affermato- è uno strumento datato e mal fatto, che presenta un sovradimensionamento del commerciale, ormai inadatto alle reali esigenze”. Sul bilancio: “Servono politiche di bilancio a tutela del commercio e del turismo ed è necessaria la creazione di un Consorzio Fidi per agevolare l’accesso al credito delle imprese”. Sul problema degli affitti: “Nei momenti di crisi è necessario che la parte pubblica si faccia carico di certe problematiche –ha aggiunto Auspici- serve una cabina di regia sul tema degli affitti e, se necessario, anche un intervento monetario da parte del Comune”. Auspici concorda con Confesercenti sull’opportunità di mantenere il mercato ambulante in centro storico: “E’ un momento di grande vitalità per la città e costituisce un’attrattiva importante”. Sempre sul centro storico, Auspici sottolinea la necessità di una graduale pedonalizzazione, conseguente ad una programmazione che tenga conto in primo luogo della disponibilità di posti auto, da non collocare, però, nell’area ex Agip: “Lì non sono d’accordo con il parcheggio –ha affermato- in quel punto serve un polmone verde da restituire alla città”.

Sul turismo, i problemi sollevati da Confesercenti, per la quale erano presenti anche il presidente provinciale Stefano Fiorelli e il direttore di Fano Tiziano Pettinelli, sono quelli legati ad un degrado diffuso della città che, quindi, negli anni, ha perso di attrattiva e a strutture ricettive inadeguate al mercato per numero e servizi. Sul tema, Auspici ha rivendicato l’urgenza di un piano particolareggiato degli alberghi che permetta di individuare e pianificare gli interventi necessari, la riqualificazione del porto turistico, anche con metri quadri di commerciale e di ricettivo, la realizzazione della strada delle barche e l’opportunità di puntare anche su un turismo termale ed ambientale. Infine, per gli eventi, Auspici ha individuato nel Carnevale, in ‘Jazz by the sea’ e in Passaggi Festival quelli più rappresentativi, affermando, però, di voler investire anche sulla Fano romana ed in particolare sulla figura di Vitruvio, apprezzata e conosciuta in tutto il mondo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-03-2019 alle 11:38 sul giornale del 19 marzo 2019 - 442 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, teodosio auspici, confesercenti Pesaro-Urbino, La Sinistra per Fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5q7





logoEV