Ruggeri (M5S): "Sul teatro romano la via maestra è un'altra"

2' di lettura Fano 02/03/2019 - L’immobile del teatro romano va all’asta in Tribunale, dove potrebbe essere acquistato con un’offerta di 460mila euro, e il sindaco Massimo Seri si affretta a comprarlo per 670mila euro utilizzando i fondi dell’avanzo di amministrazione.

L’operazione annunciata dal sindaco il 5 febbraio scorso sul teatro romano, il cui piano di valorizzazione è pressoché bloccato da 18 anni per una serie di ritardi e inadeguatezze di varia natura, non soddisfa l’interesse generale della comunità fanese. Massimo Seri intende utilizzare i soldi di tutti i cittadini per onorare un suo impegno elettorale di 5 anni fa, che soprattutto alla luce degli ultimi sviluppi non corrisponde all’interesse pubblico. La valorizzazione di quell’antico manufatto è una priorità per la promozione culturale e il rilancio turistico della città, come è riportato anche nel mio programma elettorale #fanosicuradise, ma le modalità che si profilano per volontà dell’attuale sindaco di Fano non sono le più opportune e non sono giustificate.

L’avanzo di amministrazione è una risorsa da utilizzare per investimenti urgenti e opere importanti non altrimenti finanziabili; la risoluzione del pignoramento dell’immobile, che non ha mercato perché condizionato dalla presenza del teatro romano, è un dovere della società proprietaria dell’immobile, le cui responsabilità hanno determinato la procedura esecutiva, e non dell’amministrazione comunale; anche la transazione sul contenzioso davanti al Tar tra Comune e società per gli oneri di urbanizzazione che taluno prospetta va attentamente valutata sul piano dell’interesse pubblico. In ogni caso, e proprio alla luce di questo possibile accordo, la via maestra per l’acquisizione dell’immobile di via De Amicis era e resta la permuta immobiliare con un’altra area di pari valore di proprietà dell’amministrazione comunale. Non è l’acquisto diretto, perché i soldi pubblici dei fanesi non si possono utilizzare per fare campagna elettorale. Se ciò non fosse ritenuto accettabile dalla proprietà, si vada al ribasso d'asta.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-03-2019 alle 14:44 sul giornale del 04 marzo 2019 - 375 letture

In questo articolo si parla di politica, Movimento 5 Stelle

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a4QA





logoEV
logoEV