Lavori al Pincio, il (v)arco d'Augusto è del tutto aperto. Le foto

1' di lettura Fano 15/02/2019 - Mesi di lavoro. Ritrovamenti archeologici che hanno rallentato il cantiere. Commercianti infuriati per i mancati guadagni. Fuochi incrociati tra politici e amministratori. Per i lavori di riqualificazione del Pincio, il percorso fatto fin qui è stato tutt'altro che facile. Ma ora l'Arco d'Augusto è aperto. Del tutto. E – si presume – in via definitiva.

L'area si sta anche preparando per l'imminente Carnevale, nonostante il percorso dei carri subirà una deviazione rispetto al solito (qui tutti i dettagli). Quel che è certo è che ora, dall'Arco fino a via Roma, l'orizzonte è sgombro da ostacoli e da ogni sorta di intoppo visivo.

Felici i residenti del Pincio. Per non parlare dei commercianti, che in più occasioni hanno puntato il dito contro la gestione dei lavori, in particolare dei varchi chiusi mentre il cantiere era pienamente operativo. Proteste infuocate sia a dicembre - per i mancati incassi del periodo natalizio - sia a gennaio per la tardiva riapertura dell'Arco d'Augusto.

La prima a festeggiare, giovedì, è stata Manuela Palmucci, guida turistica abilitata. “Il varco è aperto, aspettavamo questo giorno da un po'”, ha scritto su Fano da scoprire, il popolare gruppo Facebook da lei fondato. “Oltre duemila anni di storia di fronte a noi – ha concluso - che fanno luccicare gli occhi di stupore solo a pensarci. Ci si vede presso la porta fanese”.

Segue una gallery del Pincio così come si presenta oggi.








Questo è un articolo pubblicato il 15-02-2019 alle 16:32 sul giornale del 16 febbraio 2019 - 2338 letture

In questo articolo si parla di lavori pubblici, attualità, fano, redazione, vivere fano, pincio, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a4kL





logoEV