Pollegioni (Nuova Fano): “La tratta ferroviaria Fano-Urbino seppur dismessa si mantenga pulita”

Fano 08/02/2019 - Il circolo Nuova Fano, attraverso il suo segretario Stefano Pollegioni, interviene presso l’Ente Ferrovie con una lettera ben dettagliata e corredata da prove fotografiche.

La linea ferroviaria, dismessa ma di proprietà dell’Ente RFI, Fano Urbino costeggia le abitazioni della città.

Dal Quartiere di San Lazzaro in avanti il tratto in questione è completamente coperto da rovi , cresciuti nel tempo, che tendono ad occupare le parti private dei condomini adiacenti portando sporcizia, annidamenti di insetti, animali vari come topi serpi e quant’altro. Inoltre soprattutto nell’avvicinarsi della primavera- estate può esserci il rischio di incendi con danni a persone e alle stese abitazioni. Inoltre non è un bel vedere e il decoro della città, in quelle zone, lascia a desiderare.

Contiamo, senz’altro, che la lettera inviata e le fotografie allegate richiamino al senso di responsabilità chi è preposto a tenere pulita la tratta che, come abbiamo evidenziato in altre occasioni , seppur dismessa è stata inserita nell’elenco del Governo come tratta ferroviaria turistica da riattivare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-02-2019 alle 10:27 sul giornale del 09 febbraio 2019 - 279 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, Circolo Nuova Fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a36M