Lavori al Lido: viale Cairoli torna a senso unico. Via X febbraio chiusa per una settimana

2' di lettura Fano 01/02/2019 - Il problema degli allagamenti in zona Lido sta per essere definitivamente risolto. Per riuscirci, però, ai fanesi sta per essere richiesto qualche sacrificio extra. Nessun costo aggiuntivo, nessuna spesa in più. Soltanto qualche piccolo e temporaneo disagio a livello di viabilità. I lavori sono infatti stati interrotti per una settimana, ma stanno già per ripartire.

La premessa è che tra una decina di giorni viale Cairoli tornerà a senso unico, dopo alcune settimane di circolazione a doppio senso. L’altra buona notizia è che lungo lo stesso viale si potrà di nuovo parcheggiare, per la gioia delle attività del Lido che restano aperte anche durante il periodo invernale. In più, via Spontini tornerà finalmente aperta al traffico. Questo l’elenco delle “buone novelle”. Ma – come premesso – sono previsti ulteriori cambiamenti alla viabilità della zona. E non in meglio.

Presto, infatti, via X febbraio verrà chiusa al traffico per una settimana, probabilmente da lunedì 11 febbraio. Il motivo è presto detto. Durante i lavori ci si è infatti accorti che, a circa 6 metri di profondità, c’è del materiale poroso. “Ghiaione” – volgarmente parlando – che impedirebbe il tiraggio di un importante tubo che, sottoterra, da via dello Squero sarebbe risalito in via Spontini. Così si dovrà ricorrere a un piano alternativo. Dopo una settimana di stop, si è deciso di far passerà il tubo in superficie – proprio in via X febbraio – per un quindicina di metri. Dove? Lungo le mura, nei pressi della chiesa del porto, per poi farlo tornare sotto la superficie. Da qui la decisione di chiudere per una settimana il tratto di strada – via X febbraio, appunto - che unisce Lido e Sassonia costeggiando la ferrovia. Ad annunciarlo sono stati l’assessore ai lavori pubblici Cristian Fanesi e il direttore dei lavori Bruno Agostinelli.

Il tubo in questione, poi, è di primaria importanza, perché è parte integrante del sistema di pompaggio dell’acqua piovana in direzione del porto canale. Come premesso, questo intoppo provocherà qualche disagio a livello di traffico, ma non delle spese aggiuntive. Era infatti prevedibile che si sarebbe dovuti ricorrere a questa soluzione, tanta da averla inserita sin da subito nel progetto. Inoltre, nonostante lo stop non sono previsti ritardi sulla tabella di marcia dei lavori. Presto gli allagamenti di viale Carducci e di Piazzale Amendola potrebbero diventare soltanto un brutto ricordo.








Questo è un articolo pubblicato il 01-02-2019 alle 17:04 sul giornale del 02 febbraio 2019 - 810 letture

In questo articolo si parla di lavori pubblici, attualità, viabilità, redazione, vivere fano, lido, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a3RL