Cercasi piromane: un altro cassonetto dato alle fiamme

04/11/2018 - Il copione è sempre lo stesso. Una segnalazione, nel cuore della notte, magari intorno all'1. Comuni cittadini - residenti oppure di passaggio - che notano un cassonetto della carta andare a fuoco. Poi i pompieri sul posto. Un intervento di breve durata, ma la preoccupazione resta. Perché è successo ancora nella, notte tra venerdì e sabato. E di nuovo al Lido.

Che siano ragazzate o che sia opera di un piromane, di certo - da alcuni mesi - Fano è stata presa di mira una o più persone che si accaniscono contro i grandi cassonetti di colore rosso utilizzati per la raccolta della carta. Il nuovo rogo appiccato in viale Cairoli durante la notte tra il 2 e il 3 novembre è soltanto l'ultimo di una lunga schiera di piccoli incendi dolosi appiccati in città. L'ultimo risaliva alla sera di Halloween, quando un altro cassonetto era andato a fuoco - questa volta in zona Sant'Orso -, probabilmente per uno o più petardi fatti esplodere al suo interno. Ma le cronache di quest'estate dimostrano come tutto parta da molto più lontano. E che sotto “assedio" non ci sia soltanto il Lido, ma anche la Sassonia.


di Simone Celli
redazione@viverefano.com






Questo è un articolo pubblicato il 04-11-2018 alle 16:44 sul giornale del 05 novembre 2018 - 707 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, vigili del fuoco, redazione, lido, cassonetti, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZ4j