Lega: "Qualcuno si è dimenticato di avvisare che l’ingresso in autostrada sarebbe stato chiuso"

1' di lettura Fano 30/10/2018 - Mentre qualcuno continua a ricordarci che Fano è la terza città delle Marche come se fosse un proprio merito, martedì mattina i cittadini si sono ritrovati invece in un traffico da città del terzo mondo.

Con la campagna elettorale già partita, viste le riunioni e le conferenze stampa per comunicare di tutto, “dallo spostamento di una fioriera all'installazione di una fontanella” qualcuno si è dimenticato di avvisare che l’ingresso in autostrada sarebbe stato chiuso e che per i lavori collegati, il traffico in superstrada avrebbe subito fortissimi rallentamenti.
Come sempre, quando accadono questi gravi inconvenienti, i tecnici e i politici si rimpallano le responsabilità, ma il risultato è sotto gli occhi di tutti: strade nel caos, bambini che per recarsi a scuola fanno lo slalom tra i camion e vigili urbani non pervenuti.

Questo fatto è servito a qualcosa, immaginatevi che cosa sarebbe successo se l'Ospedale Unico di Muraglia di Pesaro fosse completato e un cittadino avesse avuto bisogno di un intervento chirurgico. Aspettiamo la prossima conferenza stampa dove ci spiegherete quali soluzioni adotterà il PD per tamponare questa emergenza sanitaria, visti i danni che ha fatto e che sta continuando a fare sulla pianificazione urbanistica e stradale della nostra città.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-10-2018 alle 12:18 sul giornale del 31 ottobre 2018 - 593 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, lega nord

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZUi