Cavi volanti, sporco e bombole per casa: dichiarato inagibile un appartamento lungo la statale

Fano 29/10/2018 - Mancanza di igiene, cavi sparsi, impianto elettrico manomesso, bombole gpl sul terrazzo. Una situazione insostenibile e – soprattutto – pericolosa. Da qui l’ordinanza del Comune di Fano riguardante un’abitazione situata lungo la statale adriatica, attraverso la quale la si è dichiarata ufficialmente inagibile fino a nuovo ordine.

La casa si trova a Ponte Sasso, e risulta appartenere alla Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana. Tutto è partito da un controllo degli uomini dell’Area Vasta 1 – poi seguito da un secondo sopralluogo effettuato dai vigili urbani -, che hanno constatato con i loro occhi il livello di degrado all’interno di quell’appartamento posto al primo piano. Non solo umidità e sporcizia, dunque, ma tutta una serie di fattori che hanno portato a dichiararne la temporanea inagibilità. Tra questi, appunto, le bombole gpl situate sul terrazzo - probabilmente utilizzate per alimentare i fornelli -, i cavi in giro per la casa e l’impianto elettrico manomesso.






Questo è un articolo pubblicato il 29-10-2018 alle 16:38 sul giornale del 30 ottobre 2018 - 2510 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, redazione, ponte sasso, degrado, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZSY