Abbandono dei rifiuti: con gli ispettori ambientali gli incivili hanno le ore contate

3' di lettura Fano 29/10/2018 - “Per fare le cose fatte bene ci vuole tempo, ma un passo alla volta tutte le tessere del mosaico stanno andando al loro posto e l’obiettivo di una gestione sempre più virtuosa dei rifiuti sul territorio si concretizza”. E’  molto soddisfatto l’Assessore all’Ambiente di Colli al Metauro Ing. Andrea Giuliani per l’accordo raggiunto con ASET Spa al fine dell’istituzione, sul territorio comunale, del servizio di tutela e vigilanza ambientale, cui destinare tre Ispettori Ambientali appositamente formati e da nominare con specifico decreto del Sindaco Aguzzi.

Un progetto che parte da lontano, non potendo anticipare i necessari “passi preventivi” dell’approvazione degli specifici Regolamenti comunali di Gestione dei Rifiuti e sul Compostaggio Domestico, redatti negli ultimi mesi prevedendo già la possibilità di vigilanza e contrasto ai comportamenti scorretti e/o addirittura illeciti, con figure di supporto al locale Comando di Polizia Locale.

Anche il Sindaco plaude all’accordo, una novità assoluta per questo territorio comunale : “Vogliamo affermare con forza la priorità che ha, per la nostra Amministrazione, la salvaguardia del territorio ed in particolare la mitigazione del fenomeno dell’irregolare conferimento di rifiuti e dell’abbandono incontrollato di rifiuti ingombranti e/o pericolosi (amianto, R.A.E.E., prodotti chimici, ecc..): comportamenti scorretti che peraltro si traducono in costi supplementari del servizio di Igiene Ambientale e quindi – per legge ed inevitabilmente – sui cittadini tutti.

In questo senso, solo con il potenziamento dell’azione di vigilanza in tali settori, in aggiunta alle attività di Polizia Locale, si possono rendere ancor più incisive ed efficaci le azioni già fin qui intraprese: “L’accordo con ASET ci permette di disporre fin da subito - e senza incremento di costi sul Piano Finanziario grazie alle economie derivanti da una riorganizzazione dei servizi più efficiente – di figure altamente specializzate quali gli Ispettori Ambientali, che saranno deputati ad esercitare l’attività di controllo, vigilanza, prevenzione ed accertamento delle violazioni di cui ai Regolamenti sui Rifiuti per poi interagire con la Polizia Locale, alla quale possono segnalare comportamenti illeciti, per il proseguo di competenze”.

“Un paese civile non può prescindere dall’educazione e dal senso civico dei suoi cittadini - continua l’Assessore Giuliani – e per questo l’attività degli Ispettori Ambientali è, e resta, soprattutto una attività di prevenzione ed informazione, prima che di repressione.

Ma quando accade che – di fronte a tutte le possibilità che vengono date gratuitamente ai cittadini (centri di raccolta sul territorio, servizi di ritiro a domicilio, soluzioni personalizzate per attività, condomini, ecc.) -permangono i comportamenti scorretti, questi vanno perseguiti con decisione e fermezza, anche per affermare la supremazia della legalità e non scadere nella cultura della rassegnazione.

“Abbiamo molta fiducia - conclude il Sindaco Aguzzi – che questo nuovo servizio, anche alla luce dei risultati raggiunti dagli Ispettori Ambientali nei Comuni di Fano, Fossombrone e Pergola, venga apprezzato da tutti: chi si comporta bene non ha mai di che preoccuparsi, anzi, pensiamo possa davvero accogliere favorevolmente questo nuovo passo in avanti di Colli al Metauro sulla strada della virtuosità in tema di rifiuti”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-10-2018 alle 10:27 sul giornale del 30 ottobre 2018 - 724 letture

In questo articolo si parla di attualità, rifiuti, raccolta differenziata, colli al metauro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZRN





logoEV