Terra, lavoro, cibo: a Fano un convegno su agricoltura biologica e identità europea

Fano 24/10/2018 - Giovedì 25 ottobre la Fondazione della Cassa di Risparmio di Fano in Via Montevecchio 114 ospita il Convegno “Terra, Lavoro, cibo. Patrimonio culturale del Mediterraneo”, organizzato dal Centro di Documentazione Europea dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo in collaborazione con il Dipartimento di Economia, Società, Politica dell’Ateneo, nell’ambito del Progetto 2018 della rete nazionale CDE “2018 Anno europeo del patrimonio culturale”.

Il 2018, anno dalla forte rilevanza simbolica e storica per l’Europa, in quanto ricorrono alcuni anniversari significativi, come il centenario della fine della prima Guerra mondiale e l’indipendenza di vari Stati membri, è stato proclamato “Anno europeo del patrimonio culturale”. Un collegamento che ribadisce la centralità dell’identità europea, messa in discussione dalla globalizzazione e dalle minacce del terrorismo internazionale, sottolineando come il ricco patrimonio culturale europeo non rappresenti solo una memoria del passato, ma anche una risorsa strategica per la costruzione di un futuro di pace. In questo contesto, l’iniziativa del CDE di Urbino affronta, con un approccio multidisciplinare, il tema della sostenibilità ambientale e sociale dei food system, nello scenario del Mediterraneo, da sempre luogo di incontro di popoli e di culture.

Il Convegno, reso possibile dal contributo della Rappresentanza della Commissione europea in Italia e dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, sarà aperto con i saluti istituzionali di Fabio Musso (Prorettore alle Attività di Terza Missione), Laura Gardini (Presidente della Scuola di Economia dell’Università di Urbino), Carla Cecchetelli (Assessore a Bilancio, Tributi, Patrimonio, Attività Economiche e Risorse Umane del Comune di Fano), Giuseppe Paolini (Sindaco del Comune di Isola del Piano).

La sessione successiva, coordinata da Gervasio Antonelli (Uniurb-DESP), prevede le relazioni di Elena Viganò (Uniurb-DESP), Desirée A.L. Quagliarotti (CNR Napoli), Anna Maria Medici (Uniurb-DiSCUI), Stefano Carlesi (Scuola Superiore Sant’Anna Pisa), Stefano Tellarini (Dottore Agronomo), Eduardo Barberis e Stefania Battistelli (Uniurb-DiGiur), Francesco Giardina (SINAB-MiPAAFT).

Seguiranno gli interventi programmati di Silvia Fiorani e Sergio Urbinati (Regione Marche, Servizio Politiche agroalimentari), Maria Girolomoni (Fondazione Girolomoni), Carlo Ponzio (Dottore Agronomo), Francesco Torriani (Consorzio Marche Biologiche), mentre le conclusioni sono affidate a Cristina Martellini (Accademia Agraria di Pesaro).

Durante il Convegno sarà inaugurata la seconda edizione del Corso di formazione permanente “Modelli, politiche e strategie per lo sviluppo dell’agricoltura biologica”, organizzato dall’Ateneo di Urbino (Dipartimento di Economia, Società, Politica), in collaborazione con i Comuni di Fano e di Isola del Piano (PU), il COSPE (Cooperazione per lo Sviluppo dei paesi Emergenti), la Tenuta di Montebello, la Fondazione Girolomoni, il Consorzio Marche Biologiche, l’Alleanza delle Cooperative Italiane, l’Associazione Medici per l’Ambiente (ISDE), il Consiglio per la Ricerca in agricoltura e l’analisi dell’Economia Agraria (CREA-PB), la Fondazione Italiana per la Ricerca in Agricoltura Biologica e Biodinamica (FIRAB), l'Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica (AIAB), la Fondazione Cante di Montevecchio di Fano.

Segreteria del Convegno:
dott.ssa Giancarla Marzoli, 0722.305577 - 3346251688 – giancarla.marzoli@uniurb.it - cde.uniurb.it
Iscrizione non obbligatoria ma gradita.



...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-10-2018 alle 23:38 sul giornale del 25 ottobre 2018 - 357 letture

In questo articolo si parla di attualità, lavoro, fano, urbino, europa, convegni, università di urbino, cibo, terra, mediterraneo, agricoltura biologica, uniurb

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZKp





logoEV