Tifosi sotto l'acquazzone, la furia dell'Alma: "Siamo schiavi del meteo, il Comune si deve vergognare"

Fano 22/10/2018 - "Quanto visto ieri è una vergogna. Le condizioni dello stadio Mancini sono inaccettabili tanto che l’amministrazione comunale deve assumersi le proprie responsabilità intervenendo immediatamente”. Questo il commento dell’Alma Juventus Fano 1906 dopo la giornata apocalittica vissuta ieri contro la Sambenedettese.

“L’abbondante pioggia di ieri - continua la dirigenza granata - non ha fatto altro che mettere a nudo le fragilità e i limiti dello Stadio Mancini che non può ospitare nessun evento sportivo. La mancanza della copertura globale del settore tribuna ha di fatto spinto anziani, famiglie e bambini a trincerarsi in maniera vergognosa sotto l’unico punto protetto. Senza dimenticare che in questo modo sono venute meno le condizioni e le strutture atte a garantire la sicurezza della gara.

Assistere ad un match di calcio dovrebbe essere uno spettacolo, ma il Mancini attualmente sembra essere solo un cantiere aperto con spalti vuoti, strutture provvisorie e spettatori in balia delle condizioni atmosferiche. La preoccupazione e l’indecenza viste ieri non faranno altro che peggiorare con l’avvicinarsi dell’inverno con il conseguente cambiamento climatico. In questo contesto ci troviamo spiazzati poiché abbiamo sempre utilizzato il buon senso a salvaguardia dell’Alma, ma ci troviamo impossibilitati a prendere qualsiasi tipo di iniziativa poiché solo l’amministrazione ha in mano il diritto ad intervenire. Non abbiamo bisogno di parole o rassicurazioni da parte dei vertici comunali, abituati esclusivamente a rilasciare promesse che vengono puntualmente disattese. Non può essere non ricordato il fatto che le carenze dello stadio Mancini hanno generato una perdita nelle casse della società con una diminuzione delle tessere di abbonamento sottoscritte. Pretendiamo che il Comune preveda l’istallazione di una copertura anche provvisoria sulla tribuna centrale, altresì desideriamo capire quali sono i tempi in cui intendono agire e porre fine all’oscenità a cui abbiamo purtroppo assistito ieri. Non che questa azione risolva gli annosi problemi del ‘Mancini’, quantomeno può andare a salvare il salvabile con una toppa urgente. E’ oramai palese che l’amministrazione non abbia assolutamente coscienza riguardo le problematiche dello stadio “Mancini”.

Lasciare un impianto in quelle condizioni è una vergogna per un comune come Fano oltre che ad essere pericoloso per i cittadini fanesi stessi. Si tratta di un atto dovuto, non solo verso la nostra società, ma in special modo verso le famiglie fanesi che hanno il diritto di assistere ad una partita di calcio in tutta serenità e sicurezza come normale che sia. Non vorremmo trovarci nelle condizione in cui ogni domenica diventiamo schiavi delle previsioni meteo sapendo, in caso di pioggia o neve, di andare in uno stadio che ci condannerebbe ad una domenica infernale come ieri. Francamente i fanesi se lo vogliono risparmiare”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-10-2018 alle 21:28 sul giornale del 23 ottobre 2018 - 935 letture

In questo articolo si parla di lavori pubblici, fano, sicurezza, sport, calcio, alma juventus fano 1906

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZEZ