Mondolfo: “Il Sugo con tonno e alici alla mondolfese” tipico della “Spaghettata” è ascritto tra i prodotti tradizionali delle Marche

spaghetti 21/10/2018 - Mondolfo conquista un nuovo primato e il suo più classico e storico condimento entra nell’elenco regionale dei prodotti tradizionali riconosciuti.

Così “il sugo con tonno e alici alla mondolfese”, per dirla in dialetto - “il sug sal tonn e alic” ottiene questo speciale riconoscimento, unico fra i prodotti di gastronomia. A proporre il riconoscimento, accolto dalla Regione Marche dopo un attento esame, è stata la sezione AVIS “Guido Tonnini” di Mondolfo che da oltre mezzo secolo è custode di questa avita tradizione culinaria.

“E’ un obiettivo che stavamo inseguendo da tempo e ci siamo riusciti, siamo davvero soddisfatti – così il presidente di Avis servizi Giampiero Spallacci che all’unisono con il Presidente di Avis comunale Walter Morbidelli – riconoscono l’assoluta peculiarità dell’inconfondibile sugo con tonno e alici alla mondolfese, che entra fra le eccellenze marchigiane e che segna l’antica sagra della “Spaghettata” che in primavera ci vede protagonisti a Mondolfo”.

Questo peculiare condimento, la cui origine si perde nella notte dei tempi, abbina la duplice vocazione di questo comune abitato da gente di terra e di mare, dove i mondolfesi hanno tramandato un sugo rosso, utilizzato quale condimento per la pasta - gli spaghetti - fondendo pomodori, conserva, tonno e alici.

“Abbiamo condotto questo percorso di riconoscimento – ricordando come già la settimana INCOM nell’immediato dopoguerra immortalava la sagra della Spaghettata decantando l’inconfondibile aroma, che nasce da un giusto mix tra ingredienti e modalità di cottura, davvero unici e tradizionali”. Non per nulla leggenda vorrebbe che addirittura l’origine della Spaghettata dal sugo con tonno e alici alla mondolfese risalga al 1517, allo storico assedio della castello martiniano da parte di Lorenzino de’Medici.

“E’ stato il nostro un lavoro di squadra, per questo vogliamo ringraziare tutti coloro che ci hanno affiancato in questo percorso, in particolare, il consigliere dell’Assemblea legislativa della Regione Marche Boris Rapa.
Grazie all’emanazione dell’atteso decreto della Regione Marche del 16 ottobre scorso, riguardo la valorizzazione del patrimonio gastronomico locale, Mondolfo è diventato anche uno dei borghi più “buoni” d’Italia.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-10-2018 alle 22:31 sul giornale del 22 ottobre 2018 - 2123 letture

In questo articolo si parla di attualità, Spaghetti, piatto caldo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZCZ