Fano e l’emergenza sangue: artigiani mobilitati, via alle prime donazioni

1' di lettura Fano 19/10/2018 - Quella del calo di donazioni di sangue sta diventando una vera e propria emergenza. Nonostante la provincia di Pesaro e Urbino sia una delle più virtuose d’Italia, con oltre 26mila donazioni all’anno, rimane il trend negativo che si registra anche nel nostro territorio dove le donazioni si sono abbassate negli ultimi anni in maniera progressiva scendendo dalle quasi 30mila del 2010 alle 25.830 di oggi.

Sul tema delle donazioni a Fano si è attivata una vera e propria campagna di sensibilizzazione della CNA rivolta agli imprenditori artigiani e ai pensionati. “Fano, gli artigiani per il sociale” è il titolo dell’iniziativa che sta cominciando a raccogliere donazioni di sangue per aiutare chi ne ha bisogno. A spiegarlo è il presidente della CNA di Fano, Daniele Gaudenzi uno dei primi, assieme al vicepresidente provinciale CNA, Davide Gattoni e al responsabile territoriale Fausto Baldarelli, a donare sangue. “Con questa nostra iniziativa vogliamo contribuire ed aiutare concretamente chi ha bisogno di donazioni.

E per fare questo intendiamo collaborare attivamente con l’Avis di Fano, da sempre in prima fila nella raccolta di sangue. Ci rivolgiamo per questo a tutti gli artigiani e commercianti del territorio e li invitiamo a contattarci per poter aderire con delle donazioni alla nostra campagna ricordando che l’età per donare va dai 18 ai 65 anni anni e fino a 70 su indicazione del medico. Info: 348-7009502






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-10-2018 alle 11:09 sul giornale del 20 ottobre 2018 - 620 letture

In questo articolo si parla di attualità, cna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZyP