Duemila pazienti, sette psichiatri: salute mentale, grave carenza di personale. Convegni e spettacoli sull’argomento

Fano 18/10/2018 - Il dato più allarmante è forse quello degli assistenti sociali. Il problema non è soltanto che al Centro di salute mentale di Fano ce ne sia appena uno, ma che questo sia prossimo al pensionamento. E non verrà sostituito. Qui sta la misura di un problema che andrebbe affrontato, ma che non viene visto abbastanza come prioritario. Eppure i pazienti sono già 2mila, e tendono a crescere, ma non s’investe più sul personale capace di fronteggiare certe situazioni, come dimostra la presenza di soli sette psichiatri in tutto il centro e di una sola psicologa, nientemeno che lo stesso assessore ai servizi sociali Marina Bargnesi.

Un divario che in qualche modo dovrà essere colmato, se non si vuole arrivare a un vero e proprio collasso. Sono temi caldi, che tornano d’attualità proprio a quarant’anni dall’istituzione della Legge Basaglia. Con la chiusura dei vecchi manicomi, il problema è rimasto. E oggi assume proporzioni che gli addetti ai lavori non esitano a definire preoccupanti.

Anche per questo è in arrivo una serie di iniziative per sensibilizzare l’opinione pubblica. Non si tratterà, infatti, soltanto di celebrare l’anniversario della famosa legge. La cooperativa sociale di Salute Mentale Alpha, con la partecipazione dell’assessorato alle pari opportunità e di quello alla cultura, la Fondazione Teatro della Fortuna, l’Asur Area Vasta 1 e l’AT6, ha infatti organizzato “Ieri, oggi… domani?”, un convegno attraverso il quale si cercherà di fare chiarezza proprio su questa legge e sugli effetti che ha prodotto.

Gli eventi si svolgeranno tra il 19 e il 21 ottobre. Ci sarà anche una mostra dal titolo “Artisti dell’animo”, presso l’ex chiesa di Sant’Arcangelo. Il convegno si svolgerà sabato 20 dalle 8 45 in poi, nella sala di rappresentanza della Fondazione Carifano. “Carnevale di folli” è invece lo spettacolo sui generis preparato dai ragazzi del gruppo storico La Pandolfaccia, che andrà in scena nel pomeriggio con partenza dalla stessa sede del convegno e arrivo in Piazza XX Settembre. Alle 17 30 sarà invece la volta de “La presa della Basaglia”: nella Sala Verdi del Teatro della Fortuna, un altro spettacolo con tanto di musiche – anche rap -, balli e altro ancora, il tutto ispirato a “Notre Dame de Paris” su regia di Michele Gianni.

Nelle foto il programma completo.








Questo è un articolo pubblicato il 18-10-2018 alle 18:32 sul giornale del 19 ottobre 2018 - 484 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, redazione, spettacoli, convegni, salute mentale, servizi sociali, psichiatria, articolo, Simone Celli, legge basaglia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZxs