Orange Basket Fano e il problema palestre. Walter Magnifico: "Le nostre richieste? Chiediamo solo pari opportunità per i nostri bambini"

Real Magnifico Basket Club premiata alla Cerimonia di FIP Marche Fano 16/10/2018 - L’Orange Basket è una realtà ormai consolidata nel panorama sportivo della Città di Fano, i suoi corsi di Minibasket che vengono svolti da ormai 6 anni hanno visto una costante e crescente partecipazione di tanti bambini e bambine che si sono appassionati ed entusiasmati grazie all’assiduo lavoro, svolto con professionalità, competenza e passione dagli istruttori Simone Piccioni, Armando Petroni e Jacopo Barattini.

Il riscontro positivo della bontà del lavoro svolto è testimoniato quotidianamente dai continui apprezzamenti di stima ricevuti dai genitori, che partecipano con grande spirito di collaborazione e sostegno ai loro figli, all’attività dell’Orange.

Il dirigente responsabile Walter Magnifico, ex giocatore di caratura internazionale, volto molto noto dalle nostre parti, insieme ai suoi collaboratori, cercano anno dopo anno di far crescere l’Orange migliorandone l’organizzazione offrendo ai bambini sempre maggiori possibilità di esperienze e di confronto, dalla partecipazione ai campionati provinciali della Federazione, ai tornei nazionali in giro per l’Italia, sempre con un unico obiettivo, quello di far vivere ai bambini momenti gioiosi e indimenticabili nel pieno rispetto dei principi fondamentali dello sport e delle sue regole.

E’ naturale che per crescere, soprattutto a livello sportivo, il numero e la frequenza di allenamenti settimanali è indispensabile ed è qui che si aprono le note dolenti che l’Orange è costretta a subire suo malgrado.

Negli ultimi tre anni le richieste di avere a disposizione uno spazio in più per offrire ai suoi iscritti le stesse possibilità che hanno gli altri bambini che praticano sport di qualsiasi disciplina, sono state sistematicamente ignorate in particolare dalla responsabile dell’Ufficio Sport del Comune, che non è riuscita mai a trovare una soluzione adeguata.

E stiamo parlando di una richiesta avanzata per avere una sola ora in più settimanale !

Queste le parole di Walter Magnifico sulla situazione: “Sono stato un atleta di livello internazionale ed ho raggiunto da giocatore professionista grandi successi, come le vittorie di Scudetti e Coppe o come la partecipazione alle Olimpiadi di Los Angeles ’84, a Europei e Mondiali con la prestigiosa maglia della Nazionale italiana, ma ho sempre messo davanti a tutto, la bellezza e le emozioni vissute da bambino ai miei primi approcci con il basket, quelli sono stati momenti indimenticabili e che io insieme ai miei collaboratori cerchiamo di far vivere con la nostra attività, ogni giorno ai nostri bambini e bambine.

Sono un uomo di sport, li rispetto e mi piacciono tutti indistintamente, per me l’importante è che ognuno abbia la possibilità di dedicarsi e praticare uno sport, qualunque esso sia e sono a conoscenza della situazione presente nella Città di Fano, dove sono attive tante ottime Società delle più varie discipline che lavorano con impegno e responsabilità per far giocare, divertire e creare i campioni del domani, ma non capisco proprio perché noi dovremmo essere penalizzati rispetto agli altri e soprattutto sono molto sorpreso che l’Assessorato allo Sport che dovrebbe essere garante di un equilibrio che dia pari opportunità a tutti, possa essere così inconcludente e sordo alle nostre pur minime richieste, accettando di fatto una disparità di trattamento a danno di bambini e genitori, facenti parte della stessa comunità.

Siamo e saremo per sempre grati all’Adriatica Volley, Società storica molto ben organizzata e con valori sportivi molto alti, ed in particolare al suo dirigente responsabile che ha mostrato estrema disponibilità nei nostri confronti, a segno della correttezza e reciproca stima che, sono sicuro, ci accompagnerà anche in futuro. Noi continueremo con sempre maggior tenacia nella nostra attività nella speranza che la situazione possa migliorare in futuro e che si possa essere “trattati” come tutti gli altri, e questo lo dico a tutela e rispetto dei nostri bambini e dei loro genitori che continuano a darci fiducia e che non meritano assolutamente questo diverso trattamento”
.

La delusione nelle parole di Magnifico è evidente, noi possiamo solo invitare e sperare che, chi è preposto a ciò, possa risolvere la situazione nel migliore dei modi, per il bene di tutti indistintamente, perché lo sport a tutti i livelli e in tutte le sue forme è un bene troppo prezioso da coltivare e sostenere, soprattutto in questo momento storico della nostra Società.








Questo è un articolo pubblicato il 16-10-2018 alle 07:43 sul giornale del 17 ottobre 2018 - 584 letture

In questo articolo si parla di basket, attualità, cerimonia, fip marche, articolo, Real Magnifico Basket Club, pallacanestro marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZqv