Reddito di inclusione: già 255 le famiglie che ne beneficiano. Ecco come fare domanda

09/10/2018 - La povertà aumenta, ma c’è chi prova a metterci una pezza. Una delle contromisure, in tal senso, è il cosiddetto reddito di inclusione (REI), che consente alle famiglie di ottenere un beneficio economico mensile e di aderire a un progetto di inclusione sociale e lavorativa. Nel nostro territorio sono 255 le famiglie che hanno già accesso a questi vantaggi. Il bando è aperto dallo scorso dicembre. E – soprattutto – non ha una scadenza.

L’ATS 6 comprende nove comuni: Fano, Mondavio, Mondolfo, Fratte Rosa, Monte Porzio, Pergola, San Costanzo, Terre Roveresche e San Lorenzo in Campo. In tutto, finora, sono state raccolte 647 domande. Da fine marzo a fine luglio, il dato è praticamente triplicato. È invece quasi quintuplicato il numero delle famiglie che godono del beneficio economico: da 53 a 255, di cui 164 soltanto a Fano per un totale di 456 persone. Tutto questo è dovuto principalmente all’eliminazione di molti dei requisiti richiesti: oggi, per accedere a certi vantaggi, conta soltanto l’ISEE. Sono numeri, poi, in continua evoluzione, perché l’Inps esamina le domande periodicamente, un blocco alla volta.

Inoltre è significativo come l’incidenza degli stranieri sul numero totale dei richiedenti sia sensibilmente diminuita. Se prima rappresentavano i due terzi, ora sono soltanto un terzo. È il segno di come la povertà stia colpendo anche molti italiani, ma anche di come alcuni stranieri – non avendo trovato fortuna qui – se ne stiano tornando in patria. Si registra, poi, una differenza sostanziale tra i richiedenti dell’entroterra e quelli di Fano: mentre i primi sono prevalentemente over 50 che vivono da soli, nel fanese il campione è ben più variegato.

I beneficiari percepiscono un contributo economico mensile massimo di 539,80€, per una media di 230€ a famiglia. Ma come si può aderire? I cittadini possono presentare domanda presso il loro comune di residenza, oppure negli altri eventuali punti di accesso previsti. Le modalità sono ben spiegate nel sito www.ambitofano.it. Nelle foto in coda all’articolo sono elencati gli indirizzi e i recapiti dei diversi sportelli, divisi comune per comune.


di Simone Celli
redazione@viverefano.com






Questo è un articolo pubblicato il 09-10-2018 alle 16:58 sul giornale del 10 ottobre 2018 - 2492 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, mondavio, mondolfo, redazione, san costanzo, monte porzio, pergola, soldi, povertà, servizi sociali, fratte rosa, articolo, Terre Roveresche, reddito di inclusione, Simone Celli, ATS6, Sal Lorenzo in Campo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZdy