Marotta: senza casa e senza lavoro, gara di solidarietà per Stefan

09/10/2018 - Una gara di solidarietà è partita per aiutare Stefan un giovane che in tanti tra Senigallia e Marotta hanno incontrato quando chiedeva l'elemosina insieme al suo cane davanti ad un supermercato. Diverse le persone che si sono interessate alla sua storia e che dopo avergli trovato una sistemazione in una roulotte ora chiedono aiuto per trovargli un lavoro.

"Lui è Stefan ed è un bravo ragazzo che viaggia in cerca di una svolta che questa vita sembra proprio non volergli dare - si legge sulla pagina Facebook di Biagio's Group - Stefan ha avuto una pessima infanzia in un paese pieno di delinquenza dove chi doveva crescerlo e proteggerlo è stato il primo a metterlo in difficoltà e, fin ora la vita non gli ha regalato proprio nulla di buono se non il suo fedele cane amico, che porta sempre con sé.

Lo abbiamo incontrato un giorno, mentre chiedeva l'elemosina fuori da un supermercato e, come sempre in queste situazioni, ci siamo preoccupati del cane, di valutarne le condizioni, ma...nel far due coccole al suo “fido amico” non abbiamo potuto far a meno di incrociare i suoi occhi buoni, non siamo riusciti a non notare che stranamente per la prima volta accanto a questo mendicante inginocchiato a terra non c'era una bottiglia di alcool insacchettata, ma solo cibo per il cane, una ciotola piena d'acqua e una carezza sempre pronta.

Lo abbiamo visto e rivisto per giorni, rimanendo stupiti di come spesso rispondeva con un sorriso a chi proprio gentile con lui non era, di come il suo cane fosse il centro del suo mondo e viceversa. Così abbiamo cominciato a parlare con lui, a farci spiegare come un ragazzo giovane e senza vizi pessimi fosse finito in quella condizione. Ci ha raccontato cose che ci hanno stretto lo stomaco e ci hanno portato a chiederci se potevamo fare qualcosa di più per lui.

Così abbiamo cominciato ad aprirgli delle porte, a portargli vestiti, ad offrirgli una doccia, un caffè, due parole e siamo finiti a preoccuparci per lui durante le piogge estive. Ma da li a poco la vita si è rivoltata e il prezzo per le sue nuove amicizie l'ha pagato il suo amico a quattro zampe che ha cominciato a star male, insieme son partite le visite, le cure, e ancora una volta, quando la Veterinaria gli ha detto “Stefan, il tuo cane ora non deve affaticarsi, non deve camminare per un pò” lo abbiamo visto ogni giorno tornare e ripartire per le terapie, a piedi per chilometri sotto il caldo, con il suo cane in braccio e, non ha mai saltatuo un controllo, una terapia, una somministrazione.

Così abbiamo preso per lui una bici e l'abbiamo attrezzata con un trasportino per rendergli la vita più facile, ma a quel punto la vita lo ha preso a schiaffi di nuovo e un'auto li ha investiti lungo le strade di Marotta, lo hanno lasciato a terra senza preoccuparsi di aver fatto male a qualcuno, ma anche in quel caso la sua prima preoccupazione è stata il suo cane e il trasportino rotto che non gli permetteva più di tenerlo in sicurezza da eventuali altri pirati della strada.

Ha così passato molto tempo con noi, tra passaggi, visite, chiacchere, sorrisi e ad ogni nostra buona azione lui ha sempre cercato di ripagare aiutando noi in quel che riusciva, si è rimboccato le maniche in ogni situazione e ha sistemato tutto ciò che poteva per contraccambiare il nostro interesse. Così poco dopo l'arrivo delle prime nuvole abbiamo deciso che non potevano passare ancora le notti a dormire per la strada e gli abbiamo preso una roulotte usata dove potersi appoggiare.

Volevamo far qualcosa di più per lui ma la vita lo ha preso a schiaffi un'altra volta e il posto dove ora è posizionata la roulotte va liberato. Non può più restare e non li vogliamo far tornare a dormire per la strada, perciò quello che vi chiediamo è aiuto, oltre alla possibilità di un lavoro (lui si adatta a far tutto, ha lavorato il legno, ha fatto l'imbianchino, il giardiniere, etc...), chiediamo un posto, un terreno, uno spiazzo, qualcosa in zona dove poter spostare almeno la roulotte così da permettergli di continuare ad utilizzarla. Se qualcuno di voi può aiutarci ad aiutarlo...Grazie."





Questo è un articolo pubblicato il 09-10-2018 alle 10:44 sul giornale del 10 ottobre 2018 - 6461 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, redazione, Sara Santini, articolo