“Era bravo, ma soprattutto era un amico”: malore al cinema, Alessandro nel ricordo del suo ex titolare

08/10/2018 - Un ragazzo pieno di buone qualità. Ecco l’immagine che resta di Alessandro Antonioli, stroncato da un malore la scorsa settimana mentre era al cinema. È ciò che emerge dalle parole di chi l’ha conosciuto. A rimarcare i tanti pregi del 24enne di Marotta è stato anche il titolare del locale in cui Alessandro ha lavorato per circa tre anni.

“Sul lavoro era molto bravo, ma ci legava anche un’amicizia profonda”, ha raccontato il responsabile di Studio 54, il ristorante di Rosciano di Fano in cui il ragazzo si è dato da fare fino all’anno scorso. “Se eravamo rimasti in buoni rapporti? L’ultima sera è venuto a cena qui con il suo amico, prima di andare al cinema. Voi andreste dove non vi trovate bene?”, ci ha domandato il titolare, di poche parole data l’emozione e la gravità del momento.

Alessandro, in effetti, si era recato proprio lì con l’amico Filippo, prima di spostarsi all’Uci Cinemas di Bellocchi per vedere il sequel de “Gli Incredibili”. Ma all’inizio del secondo tempo quello strano sonno improvviso, il respiro affannato. Poi il film interrotto, le luci accese, il 118 in sala. Infine, l’irreparabile (qui il racconto di chi c'era). Ma il ricordo di Alessandro resta vivo e pieno di belle parole. “Era buono, intelligente, disponibile. I momenti trascorsi insieme - ha concluso il titolare di Studio 54 - sono stati importanti e significativi. Non ho altro da aggiungere”.


di Simone Celli
redazione@viverefano.com






Questo è un articolo pubblicato il 08-10-2018 alle 16:09 sul giornale del 09 ottobre 2018 - 3944 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, mondolfo, marotta, redazione, malore, bellocchi di fano, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZat