Pollegioni (Nuova Fano): "Seri fa campagna elettorale invece di interessarsi della sicurezza"

Fano 04/10/2018 - Dai fatti legati alla baby gang nel quartiere di Sant’Orso di Fano dove dei giovani, probabilmente minorenni, stanno mettendo in grosse difficoltà i cittadini residenti fino ad arrivare all’atto increscioso accaduto nei pressi dell’Arco d’Augusto nel centro di Fano con l’accoltellamento di un giovane. Fatto accaduto nel bel mezzo di tanti cittadini che passeggiavano tranquillamente. Fano non è abituata a vivere certi fatti e non credo sia disposta ad abituarsi.

Naturalmente come Circolo Nuova Fano, con tutti i suoi componenti, ringraziamo moltissimo il Commissariato della Polizia Di Stato di Fano che con la loro professionalità hanno saputo, in breve tempo, identificare e assicurare alla giustizia gli autori dell’accoltellamento.

Ancora una volta però ci troviamo a dover affrontare un problema di degrado sociale che sfocia in atti terribili che mettono ancora una volta in discussione il problema sicurezza pubblica a Fano.

Purtroppo, nella terza città delle marche, manca una progettualità, in tema di sicurezza da parte della Amministrazione Comunale, Sappiamo benissimo che la sicurezza viene garantita dagli uomini e le donne in divisa dello Stato ma è anche vero che l’Amministrazione comunale e il Sindaco in primis non può essere così disattenta.

Il Sindaco Seri giustamente ringrazia le Forze dell’Ordine. Troppo comodo però!

Il Sindaco, in campagna elettorale, ancora una volta non perde occasione per ricordare la sua lettera al Ministro Salvini come se gli agenti vanno in pensione tutti e solo adesso . Ricordo al Sindaco che i pensionamenti, non ripianati dallo Stato, negli ultimi anni hanno messo in ginocchio il Commissariato di Fano. Perché non si è interessato quando al Governo c’èra la sua parte politica?

Ora dopo il fatto grave dell’accoltellamento il Sindaco dichiara : “Ritengo infatti importante che tutti noi, - enti locali, forze dell’ordine, Stato e cittadini – si faccia quadrato per assicurare alla nostra comunità una tranquilla e sicura convivenza civile e per respingere con determinazione e con tutti gli strumenti a disposizione questi gravissimi fenomeni di violenza”.

Ricordo, al primo cittadino, che sono ormai cinque anni che denuncio la problematica chiedendo alla sua Amministrazione un interessamento diretto. Ho fatto anche una proposta, ripetuta più volte attraverso la stampa, inascoltata da chi di dovere, nella quale si chiedeva un tavolo di concertazione locale e periodico, che non sostituiva quello prefettizio, dove Amministrazione comunale, Forze dell’Ordine e Polizia Municipale potessero dialogare con una scambio di informazioni e insieme pensare come meglio organizzare il servizio di controllo. Più volte ho chiesto all’Amministrazione, testimoni gli articoli stampa, di prevedere che la Polizia Municipale potesse svolgere servizi anche di notte , non fino alle ore una ma tutta la notte. Più volte ho fatto proposte concrete per fornire Fano di adeguata video-sorveglianza. Parole dette al vento! A Fano non abbiamo neanche un amministratore con delega alla sicurezza. Lo abbiamo con delega alla legalità ma meglio lasciar stare!

Se avesse avuto la volontà, nel suo mandato, invece di battere le mani quando l’EX Ministro Minniti dichiarò che per fare sicurezza non serviva aumentare gli Agenti di Polizia ma bastava combattere il degrado avrebbe potuto fare molto invece di ricordarsi ora, sbandierando una lettera, che è in campagna elettorale. Caro Seri ormai è tardi per fare proclami. E’ tutto da rifare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-10-2018 alle 12:30 sul giornale del 05 ottobre 2018 - 305 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, Circolo Nuova Fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aY24