Carnevalesca, fuori i tre dimissionari: l’Ente ha respinto la revoca. Fine dell’”era Pacassoni”?

1' di lettura Fano 03/10/2018 - Porte chiuse. Un’altra fumata nera dopo il flop del primo tentativo di mediazione, che però, questa volta, ha il sapore di un verdetto. Finale, forse. Perché - anche se i tre dimissionari hanno promesso battaglia -, intanto il consiglio dell’Ente Carnevalesca ha deciso di mettere un punto alla querelle che perdura ormai da almeno un mese. È stata infatti respinta la revoca delle dimissioni di Francesca Rosciglione e dei fratelli Fabiola e Alfredo Pacassoni, i vicepresidenti dell’Ente che avevano deciso di andarsene dopo un lungo periodo di attriti. E di faide interne.

Stando alle parole della presidente Maria Flora Giammarioli, la lettera ricevuta dalla Carnevalesca a fine agosto conteneva la dicitura “dimissioni irrevocabili”. Anche da qui la scelta di respingerle, soprattutto dopo i malumori nati per via della conferenza stampa dello scorso 4 settembre, durante la quale i tre avevano spiegato le loro ragioni ed espresso il desiderio di far tornare i carristi e la loro creatività di nuovo al centro del Carnevale.

Ma lo scontro è lungi dall’essersi concluso. Non basteranno le porte chiuse in faccia a fermare i tre ex vicepresidenti, secondo cui il ritiro delle dimissioni sarebbe avvenuto secondo le regole. Cioè entro la ratifica da parte del consiglio. La battaglia, ora, sarà sul piano legale.








Questo è un articolo pubblicato il 03-10-2018 alle 12:47 sul giornale del 04 ottobre 2018 - 746 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, redazione, carnevale di fano, Ente Carnevalesca, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aYZA





logoEV
logoEV